Emilia Romagna, approvato il calendario venatorio 2021/2022

Restano in calendario sia la Tortora che Pavancella e Moriglione e in preapertura si potrà cacciare anche il Colombaccio

L’Emilia Romagna è la prima regione ad approvare il calendario venatorio per la stagione di caccia 2021/2022. Rispetto all’anno scorso sono state inserite alcune novità, come la possibilità di cacciare in preapertura il Colombaccio e la libera scelta delle tre giornate di caccia nel mese di gennaio.

Pubblicità
 

Va sottolineato che la Giunta ha scelto di mantenere in calendario sia la Tortora selvatica, specie per cui il Ministero della Transizione Ecologica ha recentemente avanzato l’ipotesi di una moratoria del prelievo, sia Moriglione e Pavoncella anch’esse specie oggetto di una richiesta di sospensione del prelievo per la mancanza di piani nazionali di gestione.

La preapertura

Anche quest’anno il calendario venatorio prevede la possibilità di cacciare in preapertura le specie Cornacchia Grigia, Ghiandaia, Gazza, Merlo e Tortora con l’aggiunta del Colombaccio.

Le modalità restano le stesse: queste specie potranno essere cacciate da mercoledì 1 a giovedì 16 settembre, nelle giornate fisse di giovedì e domenica, esclusivamente da appostamento fisso o temporaneo e non oltre le ore 13.00.

Per la tortora il carniere giornaliero massimo è stato ridotto a 5 capi, come per il merlo (per le altre specie si fa riferimento al carniere regionale).

Apertura generale

Come di consuetudine la stagione venatoria inizierà ufficialmente la terza domenica di settembre (il 19) e terminerà il 31 gennaio. Questi i principali periodi di caccia:

  • Fagiano dal 19 settembre al 5 dicembre (in AFV fino al 31 gennaio)
  • Lepre, Minilepre e Coniglio selvatico dal 19 settembre al 5 dicembre (in AFV fino al 30 dicembre)
  • Starna e Pernice rossa dal 19 settembre al 29 novembre (solo in presenza di piani di gestione autorizzati dalla Regione)
  • Quaglia dal 19 settembre al 29 novembre
  • Tortora dal 19 al 30 settembre (solo d’appostamento) + preapertura
  • Alzavola, Canapiglia, Codone, Fischione, Germano Reale, Marzaiola, Mestolone, Moriglione, Folaga, Gallinella d’acqua, Porciglione, Pavoncella, Beccaccino e Frullino dal 19 settembre al 31 gennaio
  • Cornacchia Grigia, Ghiandaia e Gazza dal 19 settembre al 31 ottobre e dal 20 novembre al 31 gennaio + preapertura
  • Colombaccio dal 19 settembre al 13 gennaio
  • Allodola dal 2 ottobre al 30 dicembre
  • Merlo dal 19 settembre al 13 dicembre + preapertura
  • Beccaccia dal 2 ottobre al 19 gennaio
  • Cesena, Tordo bottaccio e Tordo sassello dal 19 settembre al 31 gennaio
  • Volpe dal 19 settembre al 31 gennaio

Le modalità

Dal 19 settembre al 3 ottobre si potrà cacciare la fauna stanziale e migratoria solo nelle giornate fisse di giovedì e domenica. Invece, dal 4 ottobre al 5 dicembre si potrà cacciare per tre giornate a scelta ogni settimana sia la fauna migratoria che quella stanziale.

A partire dal 6 dicembre e fino a fine stagione, la fauna migratoria potrà essere cacciata in tre giornate a scelta ogni settimana (a nord della linea pedecollinare la caccia sarà consentita esclusivamente lungo i corsi, nelle zone umide naturali ed artificiali e nelle risaie).

Inoltre, dal 2 ottobre al 29 novembre, per la caccia alla sola migratoria da appostamento fisso o temporaneo si potrà usufruire di due giornate in più a scelta ogni settimana.

Il Cinghiale

La caccia al cinghiale in forma collettiva sarà consentita dal 2 ottobre al 31 gennaio secondo i piani di prelievo approvati dalla Regione, nell’arco temporale massimo di tre mesi consecutivi. Per i metodi della battuta e della braccata la caccia sarà consentita nelle giornate fisse di mercoledì, sabato e domenica negli ATC, e nelle giornate fisse di giovedì, sabato e domenica nelle AFV, mentre per la girata la caccia sarà consentita per 3 giornate a libera scelta.

La caccia in forma selettiva invece, sarà consentita a ogni singolo cacciatore in cinque giornate settimanali, a partire dal 15 aprile sino al 30 settembre per tutte le classi e sessi fatta eccezione per le femmine adulte accompagnate in aree a gestione conservativa, e dal 2 ottobre fino al 31 marzo per tutti i sessi e le classi d’età, secondo il Piano di prelievo approvato dalla Regione.

Caccia di selezione

La caccia di selezione alle specie Capriolo, Daino, Cervo, Muflone sarà consentita secondo i tempi di prelievo riportati in tabella:

 

A questo link potete consultare il testo integrale del calendario venatorio 2021/2022 dell’Emilia Romagna.

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!


Ogni venerdì mattina riceverai un'email con tutte le novità della settimana

5ommenti

    1. Caro Giacomo De Finis, vuoi sapere come la penso io? Una riduzione di tasse per il Covid, di sicuro non ci sarà, anzi prepariamoci a subire degli aumenti e delle restrizioni al calendario venatorio. Noi cacciatori, avversati da tutti, non contiamo più nulla e quelli che dovrebbe difenderci e sostenerci se ne fregano altamente. Ma con la morte della caccia, moriranno pure loro, e non solo di covid.
      Ti saluto e ti faccio un grosso in bocca al lupo. Io, mi sto attrezzando per andare a funghi, almeno per questi (forse), non pagherò tasse e non avrò rotture di ….gabbasisi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button