Benelli Novembre 2018

La CCT lancia un nuovo progetto di ricerca sulla migratoria

Centinaia di volontari in tutta la Toscana metteranno a disposizione la loro passione per la caccia alla migratoria nel progetto “The data from the sky”, promosso dalla Confederazione Cacciatori Toscani (CCT) con l’obbiettivo di aumentare il livello di conoscenza scientifica sulle specie migratrici di interesse venatorio, tra cui i culumbidi, i turdidi, gli acquatici e gli scolopacidi.

Al progetto prenderanno parte diverse altre organizzazioni come, l’Associazione Club Italiano del Colombaccio (sezione di Firenze), l’Associazione “il Padule”, l’Associazione “Unifauna”, l’A.C.M.A., Progetto Migratoria Grosseto, Centro Ornitologico “Porto allo Stillo”, etc.

Cosa prevede il progetto

“Si tratterà – si legge nella nota di presentazione del progetto diffusa dalla CCT – di mettere insieme monitoraggi e rilevamenti, di registrarne con scrupolo i dati su apposite tabelle che saranno consegnate a coloro che aderiranno al progetto, di raccogliere le ali degli esemplari abbattuti durante la stagione venatoria, di programmare uscite con il cane da ferma per il rilevamento degli scolopacidi (beccacce e beccaccini).

“Tutte le informazioni – continua la nota – saranno raccolte ed elaborate da un team di esperti, per tracciare il trend della consistenza delle popolazioni, il loro stato di salute, la fenologia del passo e quant’altro di scientificamente rilevante per strutturare una strategia gestionale utile alla conservazione delle specie in oggetto. I dati raccolti si rendono inoltre necessari al fine di affrontare con competenza ed oggettività la discussione ed il confronto nella stesura dei calendari venatori.”

La scienza come fondamento della caccia

“Questo progetto – sottolinea la CCT – rientra nelle finalità statutarie della Confederazione: la scienza come fondamento della caccia, la conoscenza come condizione imprescindibile dell’organizzazione del prelievo venatorio, ma anche per la difesa dei tempi di caccia e delle specie cacciabili supportata dal rigore scientifico”.

Il Progetto “The data from the sky” mira, dunque, all’alleanza tra esperti ed appassionati, promuovendo l’unità di intenti e la ricerca una convergenza di interessi. Per tali ragione la Confederazione Cacciatori Toscani si auspica la partecipazione e la collaborazione del maggior numero possibile di volontari ed appassionati cacciatori.

La Confederazione fa sapere che nei prossimi giorni sarà disponibile, presso le sedi territoriali di tutte le Associazione confederate, il materiale necessario per lo svolgimento dei monitoraggi ed il rilevamento dei dati.

Di seguito scaricabile il Progetto completo “The data from the sky”

Mostrami tutto l'articolo

IoCaccio.it

Un team giovane e dinamico, legato da una profonda passione per la caccia, per l'outdoor e per la natura. Noi cacciamo e scriviamo per passione!
Close