Lombardia, per il 2019 approvato il prelievo in deroga di 8000 storni

La regione Lombardia ha approvato, anche per la stagione di caccia 2019/2020, la delibera che consentirà il prelievo in deroga dello storno, specie nota per gli ingenti danni che causa al settore agricolo: dal 2008 al 2018 sono stati accertati oltre 800 mila euro di danni provocati da questa specie alle colture lombarde. Colpiti sopratutto i raccolti di vite, melo, mirtillo e ciliegio.

Pubblicità

Cosa prevede la delibera

La delibera approvata dalla Regione consente il prelievo in deroga dello storno nel periodo compreso tra il 1° settembre e il 31 ottobre 2019 per un numero massimo di 8.000 capi. Come nella passata stagione i prelievi potranno essere effettuati esclusivamente nei frutteti e nei vigneti (distanza massima 500 metri) in presenza del frutto e con contemporaneo utilizzo di metodi non cruenti di dissuasione.

Anche quest’anno resta fissato a 600 il numero massimo di cacciatori che saranno autorizzati al prelievo:la richiesta di autorizzazione al controllo dovrà essere inviata ai rispettivi Uffici Territoriali Regionali o alla Provincia di Sondrio, nel periodo 1-31 luglio 2019 e, in caso di superamento del numero massimo pari a 600, verrà adottato il criterio dell’ordine cronologico di arrivo delle domande.

Qui il testo integrale della delibera.

IoCaccio.it

Un team giovane e dinamico, legato da una profonda passione per la caccia, per l'outdoor e per la natura. Noi cacciamo e scriviamo per passione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close