Marche, il TAR sospende la preapertura alla Tortora

A meno di 24 ore dall’inizio della preapertura il TAR della regione Marche, a seguito del ricorso presentato da varie associazioni animaliste, ha sospeso in via cautelare il prelievo il Tortora.

Pubblicità
 

Le motivazioni

La motivazione è la stessa utilizzata in Veneto e in Abruzzo: per il TAR esistono le condizioni diestrema gravità ed urgenza, tale da non consentire neppure la dilazione fino alla camera di consiglio” che si terrà il 15 settembre, e per questo ha disposto la sospensione del prelievo fino a tale data.

Per il giudice esiste, quindi, la possibilità che il prelievo autorizzato in preapertura dalla Regione possa causare un danno irreparabile alla specie. A sottolineare questo aspetto, nell’ordinanza viene anche ricordato l’indirizzo del Consiglio di Stato, secondo cui l’irreparabilità del danno sussiste quando “anche uno solo degli esemplari di specie ritenute non cacciabili fosse invece abbattuto, stante la evidente irreparabilità della uccisione di ogni essere vivente.

Un’opinione piuttosto discutibile, sconfessata anche recentemente dal TAR della Puglia che non ha concesso le misure cautelari per un ricorso analogo.

Tolta la Tortora, la preapertura si potrà svolgere regolarmente

La preapertura per le altre specie potrà, invece, svolgersi regolarmente: il giudice, infatti, ha ritenuto che per Pavoncella, Combattente, Germano reale, Alzavola, Marzaiola e Quaglia non sussistono i presupposti per concedere la tutela cautelare urgente“, perché le “censure di legittimità in buona parte sovrapponibili a quelle che sono già state esaminate e disattese dal Tribunale con la recente sentenza n. 451 del 29 maggio 2021”.

Restano, quindi, cacciabili in preapertura:

  • Alzavola, Germano reale, Marzaiola nei giorni 1, 4, 5 e 8 settembre dalle ore 5:30 alle ore 12:00 e dalle 15:00 alle 19:00 e nei giorni 11, 12 e 15 settembre dalle 5:30 alle 12:00
  • Colombaccio nei giorni 1, 4, 5 e 8 settembre dalle ore 5:30 alle ore 12:00 e dalle 15:00 alle 19:00 e l’11 settembre dalle 5:30 alle 12:00
  • Quaglia nei giorni 11, 12 e 15 settembre dalle 5:30 alle 12:00 con l’uso del cane, esclusivamente nelle stoppie, nei terreni ritirati dalle produzioni agricole, sui prati naturali ed artificiali, su coltivazioni di barbabietole e medicai non da seme, a condizione che non si arrechino danni alle colture (obbligo d’indossare capo ad alta visibilità).

Qui il testo integrale dell’ordinanza del TAR.

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!


Ogni venerdì mattina riceverai un'email con tutte le novità della settimana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button