Dalle RegioniToscana

Toscana ARCT: “Al lavoro per la Casa comune dei Cacciatori”

Si è svolta ieri con successo, nella sala della Casa del Popolo di Cigoli a San Miniato, la prima Assemblea dell’ARCT, l’Associazione Regionale dei Cacciatori Toscani creata dai dirigenti territoriali e dai molti soci fondatori dell’Arci Caccia che nei giorni scorsi hanno lasciato l’associazione con l’obbiettivo di rafforzare la CCT (Confederazione dei Cacciatori Toscani) e dare concretezza e prospettiva all’unità dei cacciatori.

Pubblicità
 

Il messaggio lanciato durante l’assemblea è stato forte e chiaro: “Costruire la Casa comune dei cacciatori toscani ed italiani”.

“La decisione di uscire dall’Arci Caccia – si legge nel comunicato diffuso a margine dell’assemblea – è risultata inevitabile poiché il futuro della caccia richiede la necessità di uscire dalla stagnazione e dagli interessati tatticismi che segnano comportamenti e decisioni dei gruppi dirigenti nazionali dell’associazionismo venatorio. Se si vuole salvare la caccia e se si crede nel ruolo che i cacciatori possono svolgere per il bene del Paese, ad iniziare ovviamente dalla tutela dell’ambiente e dalla gestione della fauna e del territorio, allora occorre un progetto diverso da quello che ha portato alla crisi della caccia ed occorre una rivoluzione organizzativa che pensi meno al destino dei singoli e di più a quello collettivo dei cacciatori”.

Durante l’assemblea molti oratori hanno sottolineato che il fine non è la nascita di una nuova associazione ma l’unità dei cacciatori in un nuovo soggetto largo, plurale, partecipato che in toscana è stato individuato nella CCT. Ogni cacciatore ci potrà arrivare fiero della sua storia ma pronto a lavorare con tanti altri cacciatori che condividono l’idea di superare le barriere associative.

“Nessuna polemica dunque con chi ha deciso di ostacolare l’iniziativa – conclude il comunicato. Saranno i cacciatori a giudicare e da quanto sta accadendo si può dire che un consenso ampio si sta registrando in ogni parte della toscana con adesioni che superano i confini regionali.

 

Attorno al progetto dell’ARCT l’entusiasmo è palpabile e i consensi aumentano ogni giorno che passa…. Che sia questa la svolta che i cacciatori Toscani (e non solo) stavano aspettando?

Qui il testo integrale del comunicato

Pubblicità
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button