Element Mini Solar, il punto rosso a energia solare di Sightmark

Il Sightmark Element Mini Solar 1x22 è un punto rosso compatto che combina l'energia solare e a un sistema automatico di oscuramento e illuminazione del reticolo per garantire una grande affidabilità in qualsiasi condizione ambientale

Negli ultimi anni i punti rossi di derivazione militare si stanno ritagliando sempre più spazio anche in ambito venatorio e nel nostro paese sono particolarmente apprezzati per la caccia al cinghiale in battuta. Qui vi parliamo di una delle novità più interessanti di questo mercato che è stata presentata allo Shot Show 2020 dall’americana Sightmark e che da poco è acquistabile anche sul mercato italiano, ci riferiamo al red dot Element Mini Solar 1×22.

Pubblicità
 

Si tratta di un punto rosso a tubo, estremamente leggero e compatto, che combina una classica batteria a bottone con un’efficiente tecnologia a celle solari e che riesce a fornire un chiaro punto rosso di 3 MOA praticamente in qualsiasi condizione ambientale, grazie a un sistema automatico di oscuramento e illuminazione del reticolo.

L’affidabilità della doppia alimentazione

Uno dei punti di forza dal Sightmark Element Mini Solar è sicuramente l’affidabilità data dal sistema a doppia alimentazione che promette un’autonomia quasi illimitata. Infatti, la classica batteria (una singola CR2032 da 3 volt) garantisce 200.000 ore di utilizzo ed è affiancata dalle potenti celle solari alloggiate nella parte superiore dell’ottica che potendo alimentare il punto rosso anche in modo indipendente aumentano l’affidabilità di utilizzo.

In sostanza, anche se la batteria dovesse scaricarsi completamente nel bel mezzo di una battuta di caccia vi basterà la luce solare per continuare a utilizzare senza problemi il red dot.

Illuminazione automatica 

Altra caratteristica distintiva dell’Element Mini Solar è l’ELMS (Eclipse Light Management System) un sistema brevettato che oscura e illumina automaticamente il reticolo del punto rosso in base alla quantità di luce ambientale presente. Questo permette di avere una chiara visione in tutte le condizioni di luce, anche quando ci troviamo davanti repentini cambi d’Illuminazione.

In caso di necessità la luminosità del punto rosso è regolabile anche manualmente grazie a due pulsanti gommati presenti sul lato sinistro dell’ottica che permettono di scegliere fra 10 intensità differenti.

Dotazioni, prezzo e dove acquistarlo

Costruito con uno chassis interamente in metallo il Sightmark Element Mini Solar ha dimensioni compatte, 75 mm di lunghezza, 69 mm di altezza e 41 mm di larghezza, con un obbiettivo da 22 mm, per un peso complessivo di 156 grammi.

Viene fornito di serie con un paio di tappi copri lente rimovibili e con due diversi attacchi per slitte Picatinny, uno basso per i fucili ad anima liscia e per le carabine da caccia, e uno rialzato con altezza regolabile adatto all’utilizzo in Co-Witnessing con le tacche di mira. Infine, elevazione e deriva possono essere regolate grazie alle due torrette con click da 1 MOA protette da cappucci che fungono anche da strumenti di regolazione.

Il red dot Element Mini Solar è coperto dalla garanzia di 10 anni di Sightmark e al dettaglio ha un costo di 359,99 euro. In Italia lo trovate presso questi rivenditori, X-Ray Parts, Armeria Strikeforce, Planetshooters, Armeria Frinchillucci, Armeria Roma, e nel network di rivenditori Maremmano.

Per saperne di più sui prodotti Sightmark visita le pagina Facebook, Instagram e YouTube dell’azienda.


Gallery

(clicca per ingrandire)

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!


Ogni venerdì mattina riceverai un'email con tutte le novità della settimana

Un Commento

  1. Covid 19 permettendo, perché il prossimo calendario venatorio non si unisce ai calendari Europei in riguardo ai periodi cacciabili : apertura e chiusura della caccia?
    In tutta Europa la caccia si apre : alla 3° domenica di settembre e si chiude a fine febbraio!
    Senza limiti di capi?
    Perché non si applica delle regole uguali in tutta Europa?
    Siamo fondatori della Europa!
    Quindi è assurdo non avere le stesse normative!
    Saluti nanni rabbò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button