Liguria, approvato il calendario venatorio 2019/2020

La Giunta regionale della Liguria lo scorso 10 Maggio ha approvato il calendario venatorio per la stagione di caccia 2019/2020. Una la novità principale rispetto alla scorsa stagione, il posticipo di tre settimane dell’inizio della caccia al cinghiale, che quest’anno si aprirà quindi il 6 ottobre per chiudersi il 6 gennaio.

Pubblicità

Come è stato spiegato dalla Regione, “si tratta di una proposta di buon senso per coniugare le esigenze del mondo venatorio e di quanti, alla fine dell’estate e nelle prime settimane di autunno, frequentano ancora i boschi. La vegetazione, che resta fitta in settembre e ottobre, non permette una buona visibilità e, dunque, può rappresentare un rischio per escursionisti, turisti e per chiunque, anche per scopi sportivi, percorre i sentieri del nostro entroterra”.

Le date di apertura e chiusura

Anche quest’anno il calendario venatorio non prevede le preapertura per nessuna specie. L’apertura generale resta fissata per la terza domenica di settembre anche se la caccia a varie specie inizierà il 1° di ottobre. Prevista anche la chiusura posticipa al 10 febbraio per Colombaccio, Cornacchia nera, Cornacchia Grigia, Ghiandaia e Gazza.

Questi i principali periodi di caccia:

  • Lepre e Coniglio selvatico dal 15 settembre al 30 novembre
  • Quaglia e Tortora dal 15 settembre al 31 ottobre (tortora solo d’appostamento dal 15 al 30 settembre)
  • Fagiano dal 15 settembre al 30 novembre. Dal 1° dicembre al 31 gennaio sulla base dei piani di prelievo
  • Starna e Pernice rossa dal 15 settembre al 30 novembre (solo in presenza di piani di gestione di ATC o AFV autorizzati dalla Regione)
  • Fagiano di monte dal 1° ottobre al 30 novembre (limitatamente ai soggetti maschi) sulla base dei piani di prelievo
  • Allodola dal 1° ottobre al 31 dicembre (per il merlo dal 16 al 30 settembre solo d’appostamento con un  massimo di 5 capi giornalieri)
  • Merlo dal 15 settembre al 31 dicembre (dal 15 al 30 settembre solo d’appostamento con un massimo di 5 capi giornalieri)
  • Beccaccia dal 1° ottobre al 15 dicembre. Dal 16 dicembre al 20 gennaio solo due giornate settimanali con prelievo massimo di un capo e con la forma di caccia esclusiva
  • Alzavola, Canapiglia, Codone, Fischione, Germano Reale, Marzaiola, Mestolone, Moriglione, Folaga, Gallinella d’acqua,  Pavoncella, Beccaccino e Frullino dal 15 settembre al 31 gennaio
  • Porciglione dal 1° ottobre al 31 gennaio
  • Moretta dal 1° novembre al 31 gennaio
  • Cornacchia nera, Cornacchia Grigia, Ghiandaia e Gazza dal 15 settembre al 31 dicembre e dal 11 gennaio al 10 febbraio
  • Colombaccio dal 15 settembre al 31 dicembre e dall’11 gennaio al 10 febbraio. In quest’ultimo periodo e dal 15 al 30 settembre solo d’appostamento (dal 1° al 10 febbraio il carniere massimo è limitato a 5 capi).
  • Tordo bottaccio dal 15 settembre al 31 gennaio. Dal 15 al 30 settembre solo da appostamento. Dal 1° al 31 gennaio sono consentite solo due giornate settimanali in forma vagante e/o d’appostamento con un prelievo massimo di 10 capi al giorno.
  • Tordo sassello e Cesena dal 1° ottobre al 31 gennaio. Dal 1° al 31 gennaio sono consentite solo due giornate settimanali in forma vagante e/o d’appostamento con un prelievo massimo di 10 capi al giorno
  • Volpe è consentito il prelievo ai singoli cacciatori e alle squadre autorizzate dal 1° ottobre al 31 gennaio. Nello stesso periodo è consentito l’abbattimento durante le battute di caccia al cinghiale

Per insufficiente o non dimostrata consistenza faunistica sarà invece vietata la caccia a pernice bianca, lepre bianca, coturnice, cervo, daino e camoscio, ad esclusione per il daino della Città metropolitana di Genova e della provincia di Savona e per il camoscio della provincia di Imperia.

Cinghiale

Quest’anno il periodo per il prelievo venatorio del cinghiale è stato posticipato e sarà consentito dal 6 ottobre al 6 gennaio 16 settembre al 16 dicembre al fino all’esaurimento dei contingenti di abbattimento stabiliti. Il prelievo degli ungulati in forma selettiva sarà autorizzato secondo i piani annuali di abbattimento distinti per sesso e classi d’età.

Le modalità delle giornate integrative

Come di consueto l’attività venatoria potrà essere esercita per 3 giorni a settimana a scelta del cacciatore, con l’esclusione del martedì e del venerdì. Inoltre, dal 1° ottobre al 30 novembre, per la caccia da appostamento al Colombaccio, Merlo, Tordo bottaccio, e Cesena si potrà usufruire di due giornate in più a scelta per ogni settimana, con un limiti di carniere massimo giornaliero di 10 capi per il Colombaccio e di 15 capi per Merlo, Tordo bottaccio, e Cesena. Relativamente al Tordo sassello, in tale periodo è consentita una sola giornata aggiuntiva.

A questo link potete consultare il calendario venatorio della liguria in versione integrale.

Tags

IoCaccio.it

Un team giovane e dinamico, legato da una profonda passione per la caccia, per l'outdoor e per la natura. Noi cacciamo e scriviamo per passione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close