Sardegna, pubblicato il calendario venatorio 2021/2022

Resta cacciabile la Tortora in preapertura. Per lepre e pernice sarda ci sarà da attendere la delibera con i piani di preleivo

La regione Sardegna ha finalmente pubblicato il testo ufficiale del calendario venatorio per la stagione di caccia 2021/2022. Resta la possibilità di cacciare in preapertura la Tortora, tolta da molte regioni per la mancanza di un Piano di gestione nazionale e resta la chiusura al 10 febbraio per il Colombaccio. L’unica novità riguarda Marzaiola e Mestolone, che sono state eliminate dall’elenco delle specie cacciabili. Come l’anno scorso per Lepre sarda e Pernice sarda si dovrà attendere le specifiche delibere. Qui tutti i dettagli.

Pubblicità
 

Preapertura, ok al prelievo della Tortora

La regione, come per le scorse stagioni, ha confermato le due giornate di preapertura che quest’anno saranno giovedì 2 e domenica 5 settembre. In queste date si potranno cacciare, esclusivamente da appostamento, le specie Cornacchia grigia, Ghiandaia e Tortora. 

La Sardegna, quindi, ha deciso di mantenere cacciabile la Tortora come già fatto da Abruzzo (poi sospesa dal TAR), Basilicata, Calabria (poi sospeso dal TAR) Marche, Molise, Puglia, Sicilia e Veneto (poi sospesa dal TAR) cercando di soddisfare le indicazioni fornite dalla Commissione Europea durante gli incontri sul “Turtle Dove Adaptive Harvest Management Mechanism”. In particolare, è stato ridotto il carniere a 7 capi giornalieri e 14 stagionali ed è stato introdotto l’obbligo per ogni cacciatore di comunicare entro il 30 settembre l’abbattimento di ogni capo, al Servizio Tutela della Natura e Politiche Forestali (all’indirizzo mail: difesa.ambiente@regione.sardegna.it).

Posticipo chiusura

La Regione ha confermato anche il posticipo della chiusura al 10 di febbraio per il Colombaccio. Nelle giornate del 3, 6 e 10 febbraio 2022 potrà essere cacciato, esclusivamente da appostamento, con un carniere giornaliero massimo di 10 capi. In queste giornate è consentito anche l’uso del cane da riporto, che deve essere tenuto obbligatoriamente al guinzaglio nel tragitto percorso per raggiungere o allontanarsi dalla posta.

Apertura generale

L’apertura generale è fissata per domenica 19 settembre mentre il 31 gennaio è previsto l’ultimo giorno di caccia, con l’eccezione del posticipo del termine al 10 Febbraio 2022 per il Colombaccio. Queste le date per le singole specie:

  • Merlo e Quaglia dal 19 settembre al 30 dicembre
  • Allodola dal 3 ottobre al 30 dicembre
  • Beccaccia dal 10 ottobre a 30 gennaio
  • Tordo bottaccio, Tordo sassello e Cesena dal 3 ottobre fino al 30 gennaio
  • Beccaccino e Frullino dal 19 settembre fino al 30 gennaio
  • Pavoncella dal 14 ottobre al 30 gennaio
  • Alzavola, Canapiglia, Codone, Fischione, Germano reale, Moriglione, Folaga, Gallinella d’acqua e Porciglione dal 19 Settembre fino al 30 Gennaio
  • Colombaccio dal 3 ottobre al 10 febbraio
  • Cornacchia grigia e Ghiandaia dal 19 settembre al 30 gennaio
  • Volpe dal 19 settembre al 30 gennaio
  • Cinghiale dal 1° Novembre al 30 gennaio

Lepre, Pernice e Coniglio selvatico

Come nella passata stagione per conoscere le modalità con cui si potranno cacciare Lepre sarda, Pernice sarda e Coniglio selvatico ci sarà da attendere l’approvazione da parte dell’amministrazione regionale delle specifiche delibere con i piani di prelievo e che prima dell’approvazione dovranno essere valutati da ISPRA.

Carnieri giornalieri e stagionali

In Sardegna il carniere giornaliero per le specie migratrici non può superare i 30 capi complessivi, con le seguenti limitazioni:

  • non più di 30 capi per specie di Merlo, Cesena, Tordo bottaccio, Tordo sassello e Ghiandaia
  • non più di 15 capi di Colombaccio (il carniere giornaliero è ridotto a 10 capi a febbraio)
  • non più di 10 capi per specie di Germano reale, Alzavola, Fischione, Beccaccino, Gallinella d’acqua, Frullino, porciglione, Folaga e Allodola (con la limitazione di massimo 10 capi di anatidi)
  • non più di 7 capi di Tortora
  • non più di 5 capi per specie di Canapiglia, Pavoncella e Quaglia
  • non più di 3 capi per specie di Beccaccia e Codone
  • non più di 1 capo di Moriglione

Queste le limitazioni ai carnieri stagionali massimi: 14 tortore, 10 codoni, 3 moriglioni, 20 beccacce, 25 beccaccini, 25 pavoncelle, 50 allodole e 25 quaglie.

Per le specie stanziali il limite è fissato a:

  • 30 capi per la Cornacchia grigia
  • 3 per la volpe cacciata in forma vagante e 30 per compagnia nella caccia in battuta
  • 5 cinghiali ogni 5 fucili o frazione di 5, con un massimo di 40 cinghiali per compagnia

A questo link trovate il testo integrale del Calendario venatorio 2021/2022 della Sardegna.

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!


Ogni venerdì mattina riceverai un'email con tutte le novità della settimana

5ommenti

  1. Quelli (politici) che si interessano di caccia, lasciando tutto all’ultimo momento per l’apertura della lepre, pernice e coniglio, sono degli autentici delinquenti. Come si fa ad attendere sino all’ultimo, come hanno fatto per la tortora, la chiusura della quale è stata decisa poche ore prima dell’apertura? (delinquenza bella e buona).

  2. Buonasera, in Sardegna ad Agosto é stato approvato il calendario venatorio 2021/2022, così di conseguenza tutti coloro che avevano qualche dubbio sul rinnovo, per via delle varie complicazioni, prendendo visione dello stesso, hanno aderito confermando l’iscrizione pagando ovviamente la concessione al bene indisponibile dello STATO, e il prelievo nella proprio regione.
    Il giorno 1/09/2021 il TAR per via delle richieste pervenute dalle associazioni animaliste sospende le il prelievo della Tortora nelle giornate del 02/09/2021 e la successiva del 05/09/2021.
    Mi chiedo a carico di chi è il risarcimento verso i paganti del denaro per la specie che non Viene più prelevata?

  3. Per la caccia a fine di febbraio col cane da riporto non e specificato quanti cani può portare un singolo cacciatore

  4. Tutte le Regioni operative. Un plauso agli amministratori ed agli assessori addetti. Tranne in Sicilia…. Sfaticati, nullafacenti e, come si dice dalle mie parti, MANGIA PANE A TRADIMENTO. Vergogna, siamo arrivati al 6 agosto e non si sa quasi nulla. Siamo ancora alle bozze ed alle proposte. Che schifo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button