Benelli Novembre 2018

Cabina di regia del mondo venatorio, continua il lavoro su politica e comunicazione

In questi giorni è tornata a riunirsi a Roma la Cabina di regia del mondo venatorio, confermando la volontà delle Associazioni che la compongono di proseguire il dialogo con i parlamentari ed i partiti che hanno sottoscritto il Manifesto venatorio in occasione delle elezioni dello scorso 4 marzo. Le Associazioni hanno anche sottolineato l’intenzione di sviluppare iniziative analoghe a livello regionale e di mettere in atto ulteriori forme di comunicazione congiunta per divulgare e promuovere una immagine corretta dell’attività venatoria nella società.

Di seguito il comunicato integrale della Cabina di regia del mondo venatorio.

Continua l’impegno per un nuovo dialogo con la politica

Negli scorsi giorni i presidenti e i rappresentanti delle associazioni facenti parte della Cabina di regia del mondo venatorio sono tornati a riunirsi a Roma per ribadire il proprio impegno a proseguire convintamente sulla strada del dialogo con le classi politica, istituzionale e sociale del Paese. La volontà comune è quella di dare seguito agli incontri
tenutisi prima delle elezioni dello scorso 4 marzo, sia con i parlamentari ed i partiti che hanno sottoscritto il Manifesto del mondo venatorio che la cabina aveva messo a punto e che rappresenta le sue finalità e posizioni, sia con quanti supporteranno in futuro la sua azione. Analoghe iniziative saranno condotte a livello regionale e locale, con una particolare attenzione alle prossime consultazioni elettorali amministrative che si terranno a breve.

In particolare è stata fortemente confermata l’intenzione di consolidare e sviluppare ulteriormente i rapporti con il mondo agricolo, interlocutore di riferimento per la nostra attività.

ANLC, ANUUMigratoristi, ARCICACCIA, CNCN, ENALCACCIA, EPS, FEDERCACCIA e ITALCACCIA hanno convenuto inoltre di identificare e mettere in atto ulteriori forme di comunicazione congiunta per divulgare e promuovere una immagine corretta dell’attività venatoria nella società.

Le stesse, infine, concordano sulla necessità di tutelare l’esercizio venatorio attraverso interventi legislativi attivi e mirati da porre subito all’attenzione del mondo politico, in un ottica che vede le associazioni che compongono la Cabina di regia del mondo venatorio come forza progressista tesa a superare pericolose e controproducenti nostalgie del passato, ma fortemente determinata a salvaguardare le tradizioni venatorie perfettamente compatibili con una caccia moderna, sostenibile e accettata dalla società come elemento di tutela, equilibrio e gestione di ambiente e fauna, volano economico e motore di sviluppo dei territori.

Roma, 26 aprile 2018

Mostrami tutto l'articolo

IoCaccio.it

Un team giovane e dinamico, legato da una profonda passione per la caccia, per l'outdoor e per la natura. Noi cacciamo e scriviamo per passione!