Beccacciaio

Vi auguro un’annata di caccia proficua, soprattutto d’emozioni!

Care amiche cacciatrici ed amici cacciatori,
ormai per molti di noi la preapertura è alle spalle e il diciassette settembre, giorno in cui nella maggior parte delle Regioni Italiane verrà ufficialmente aperta la caccia, è sempre più vicino. Il caro augurio che di cuore mi sento di fare a tutti voi è un sentito “in bocca al Lupo”, tenendoci a precisare che di augurio figurato si tratta, visti i tempi in cui viviamo che per molti versi assomigliano molto al medioevo.


Dopo tempo finalmente tornano gli scarponi, il gilet, il fucile che per un anno intero abbiamo rimembrato chi più chi meno fantasticando sulla stagione venatoria che deve venire. Purtroppo quest’anno l’avvicinarsi dell’apertura non è stato roseo, in molte regioni Italiane messe in ginocchio dalla siccità si è rischiato anche di non andare a caccia, come se non bastasse costellati di proteste di animalisti finti ambientalisti il cui piede mai ha calpestato una pozzanghera od una radice.

La cosa che auspico per ognuno di noi me compreso, è quella di trascorre un’annata di caccia proficua soprattutto nelle emozioni che solo la caccia, qualunque essa sia, ci sa’ regalare.

Nel 2017 è d’obbligo essere sempre più consapevoli che la nostra passione “non è” in una camera stagna, schermata da pericoli e rappresaglie, ma bensì subisce attacchi tutti i giorni dalle più disparate fazioni che altro non vorrebbero che tutto questo finisse, ignorando l’importanza fondamentale anzi vitale che i cacciatori hanno per l’ambiente e per la fauna stessa.

La caccia sociale così com’è in Italia è una rarità nell’intero panorama mondiale e seppur con le sue controversie e contraddizioni abbiamo il dovere morale ed umano di tutelarla, facendo così riguadagnare alla figura del cacciatore la posizione primaria che gli spetta all’interno della società moderna.

Adesso bando alle ciance che tra poco più di dieci giorni si torna a caccia, e almeno per quelle giornate, immersi nella natura in compagnia dei nostri amici a quattro zampe, potremo lasciarci alle spalle le preoccupazioni ed i problemi di tutti i giorni.

Perché come spesso dico ai miei amici: “quando il cane ferma, si ferma anche il tempo.”

In bocca al Lupo!!

Scritto da Matteo De Chiara

Matteo De Chiara

Sono un Cacciatore Toscano di ventisette anni, per me la caccia è amore per la natura e Cinofilia. Caccio esclusivamente con il cane da ferma per il cui amore è esplosa la mia passione per la Caccia, anche se ad inizio stagione non mi nego qualche giorno di caccia al Fagiano, le mie vere passioni sono il Bosco e la Beccaccia.

Ti Potrebbe Interessare Anche

A beccacce con cesare

A Beccacce con Cesare

Quando penso alla mia vita da Cacciatore, ai miei quarant’anni e più di licenza di …