La Folaga

Nome Comune
Folaga

Nome scientifico
Fulica atra
(Ordine gruiformes)

  Stato di conservazione in Europa
(Fonte: IUCN Red List of Threatened Species)
Consulta il dossier completo dell IUCN su questa specie


Dimensioni

Lunghezza 36-45 cm
Peso 530-1000 gr
Apertura alare 60-80 cm

Caratteristiche distintive 

La Folaga si contraddistingue per la caratteristica macchia bianca sulla fronte (detta scudo frontale) che contrasta fortemente con il piumaggio nero carbone. Quando si alza in volo (lo può fare correndo sull’acqua) si nota anche un margine bianco sulle remiganti. Gli occhi sono rossi e le zampe verdognole con dita lobate, frutto del processo di adattamento agli ambienti acquatici.

Differenza tra i sessi

Per questa specie non esiste dimorfismo sessuale, si può riconoscere il maschio perché più piccolo e con uno scudo frontale più grande rispetto alla femmina.

Abitudini

Le folaghe mostrano le loro migliori abilità in acqua, dove le doti di abili nuotatrici e tuffatrici sono evidenti. Al contrario, sulla terra ferma appaiono goffe e in volo risultano lente e pesanti. Sono uccelli tipicamente dall’indole accorta e dal carattere vivace: nel periodo degli amori sia i maschi che le femmine si scontrano rumorosamente, battibeccando spesso tra loro. In alcune circostanze le folaghe affrontano in gruppo i loro predatori, come il Falco di palude e la Volpe, spostandosi rumorosamente tutte assieme.

Alimentazione

La Folaga è una specie onnivora che adatta la sua alimentazione in base alla disponibilità stagionale: d’estate si cibano tipicamente di canne, alghe, erbe, piante acquatiche e semi oltre a piccoli pesci, rane e molluschi; d’inverno non disdegnano anche insetti, larve, vermi e rifiuti organici.

Riproduzione

Il periodo riproduttivo inizia a marzo quando il maschio e la femmina costruiscono assieme il nido utilizzando canne, giunchi ed altro materiale vegetale. A volte il nido viene costruito direttamente in acqua e viene fissato alle piante in prossimità della riva affinché non sia trascinato via dalla corrente. La femmina depone da 3-13 uova che cova per circa 21 giorni. Può deporre 2 o 3 volte all’anno. I pulcini sono accuditi da entrambi i genitori e hanno una caratteristica colorazione rossa sulla testa.

Habitat, Distribuzione e Migrazione

La Folaga è una specie molto diffusa a livello globale con un areale di distribuzione che va dalla Siberia fino all’Africa settentrionale, estendendosi fino all’Indonesia e all’Australia. In Europa soprattutto le popolazione del Nord sono migratrici e tendono a svernare nell’area mediterranea, in Nord Africa e più raramente nella valle del Nilo e in Etiopia. Le popolazioni delle zone temperate sono, invece, residenti. Gli habitat prediletti dalla folaga sono le zone umide, le paludi e gli specchi d’acqua interni e costieri. Soprattutto d’inverno si trova anche in lagune d’acqua salmastra ed estuari poco profondi. Clicca qui per consultare la mappa delle distribuzione

Popolazione e Conservazione

In Europa si stima una popolazione di 945.000-1.550.000 coppie, quella mondiale è stimata in 7.950.000-9.750.000 individui. Questa specie al momento presenta un’andatura in crescita a livello globale anche se in Europa la popolazione sembra essere diminuita del 30% negli ultimi 21 anni. La popolazione nidificante italiana è relativamente limitata, circa l’1% di quella europea. Nel nostro Paese la specie mostra trend differenti a seconda delle regioni, anche se nel complesso l’andamento risulta stabile.

Alcune tra le principali minacce per la conservazione di questa specie sono l’eliminazione della vegetazione riparile, le bonifiche delle zone umide e l’avvelenamento da piombo. Visto il buono stato di conservazione al momento in Europa non sono in atto misure di conservazione specifiche, anche se il monitoraggio degli habitat e gli effetti della caccia andrebbero indagati maggiormente per tutelare la specie in futuro.

Caccia alla Folaga

La caccia alla folaga viene praticata principalmente da appostamento con l’utilizzo di stampi, e forma vagante con l’aiuto del cane del cane da scovo.

Curiosità

La folaga se minacciata dal pericolo si riunisce a tutte le altre in acqua per formare un gruppo e tutte assieme sbattono le zampe creando onde e schizzando il nemico.

Vuoi restare aggiornato? Attiva le notifiche!

Scegli le categorie di contenuti che ti interessano e metti i bottoni che trovi qui sotto su ON.



Non visualizzi i bottoni? Leggi qui

Back to top button