Attualità VenatoriaDalle RegioniToscana

Toscana, autorizzata una giornata di caccia in preapertura

Potranno essere prelevati Tortore, Storni e Piccioni e sarà obbligatorio l'utilizzo del tesserino venatorio digitale.

La Toscana con due delibere approvate il 29 agosto ha autorizzato lo svolgimento di una giornata di caccia in preapertura, fissata per giovedì 1° settembre, in cui si potranno prelevare, tortora, piccione e storno. La caccia in preapertura sarà consentita dalle ore 6 alle ore 19, nella sola forma da appostamento, ed esclusivamente ai cacciatori con residenza anagrafica in Toscana.

Pubblicità
 

Le modalità per la caccia alla Tortora

Il carniere massimo giornaliero per la tortora è fissato 5 capi per cacciatore, fermo restando il limite stagionale di prelievo di 10 capi per cacciatore e il limite massimo regionale di 5000 capi.

Chi intende cacciare la tortora dovrà utilizzare obbligatoriamente il tesserino venatorio digitale (APP Toscaccia) che consentirà alla Regione di monitorare in tempo reale i prelievi e di segnalare a tutti i cacciatori la sospensione della caccia al raggiungimento del 90% del numero dei capi prelevabili (4.500 capi). Qui trovate la delibera che autorizza la caccia in preapertura alla tortora.

Le modalità per la caccia a Piccione e Storno

Le modalità per la caccia a Piccione e Storno erano già state definite dalla Regione con le due delibere che ne autorizzano il prelievo in deroga (delibere Piccione e Storno).

Il Piccione potrà essere cacciato il 1° settembre e nel periodo che va dal 18 settembre al 30 gennaio. Il prelievo potrà essere effettuato solo d’appostamento e soltanto in prossimità (raggio di 100 metri) dei terreni con cereali autunno vernini, cereali a semina primaverile o piante oleoproteaginose.  Ogni cacciatore potrà prelevare un massimo di 20 capi giornalieri e 200 stagionali. In tutta la Toscana sono prelevabili 20.000 piccioni ed è obbligatorio l’utilizzo dell’APP Toscaccia per la marcatura dei prelievi.

Lo Storno potrà essere cacciato il 1° settembre e nel periodo che va dal 18 settembre al 15 dicembre. Il prelievo potrà essere effettuato solo d’appostamento all’interno e in prossimità (nel raggio di 100 metri) di vigneti, uliveti e frutteti con frutto pendente e in cui sono in atto sistemi dissuasivi incruenti a protezione delle colture.  Ogni cacciatore potrà prelevare un massimo di 20 capi giornalieri e 100 stagionali. In tutto saranno prelevabili 25.000 storni e non sarà obbligatorio l’utilizzo del tesserino digitale.

Questa la delibera che autorizza il prelievo in preapertura di Storno e Piccione.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button