Dalle RegioniVeneto

Berlato: “Come sono gestiti i soldi dei cacciatori dai direttivi degli ATC?”

Come sono gestiti i soldi dei cacciatori dai direttivi degli Atc? Ci sono presidenti di ambiti in carica da più di vent’anni e gestiscono gli Atc come fossero cosa loro”

Pubblicità
 

Mi chiedo, e chiedo soprattutto alla Giunta, se la Regione, le province del Veneto e la Città metropolitana di Venezia continuano ad esercitare i poteri di controllo nei confronti dei Comitati direttivi degli ATC, come prevede la legge, verificando se viene garantito il rispetto delle normative vigenti, soprattutto per quanto riguarda il rispetto dei criteri di accettazione delle domande di adesione e la definizione dell’ammontare delle quote di adesione agli ATC a carico dei cacciatori”. Il Presidente della III Commissione Consiliare regionale e Coordinatore per il Veneto di FdI-AN Sergio Berlato, punto di riferimento del Movimento Cultura Rurale, illustra i punti salienti della sua ultima interrogazione depositata a palazzo Ferro Fini.

Vorrei sapere se gli enti preposti continuano ad esercitare i poteri di controllo sul corretto utilizzo delle somme introitate a diverso titolo dai Comitati direttivi degli ATC ed in particolar modo sulle somme introitate per effetto delle quote di adesione pagate annualmente dai cacciatori e non è poca cosa – continua Berlato – visto che oltre alla tassa di concessione governativa di 173.16 € e oltre alla tassa di concessione regionale, 84 €, ogni cacciatore veneto è costretto a pagare annualmente una quota di accesso per ogni Ambito Territoriale di Caccia in cui risulta iscritto, che risulta essere come minimo di 60,00 € per la sola caccia alla selvaggina migratoria, aumentabile, dai Comitati direttivi a seconda che lo stesso cacciatore sia iscritto ad un ATC o ad un CA, da tre a sei volte per la caccia alla selvaggina stanziale: ripeto, si parla di cifre cospicue e chi paga ha tutto il diritto di sapere nel dettaglio come e perché sono spesi i suoi soldi. Inoltre, e non da ultimo, vorrei avere copia dei bilanci approvati dalle assemblee dei soci di tutti gli ATC del Veneto nelle ultime tre annualità per poter, come Presidente della Commissione consiliare competente per materia, avere l’informazione più esaustiva possibile per poter svolgere al meglio le mie funzioni.”

“E’ importante riuscire a capire come vengono gestiti i fondi introitati dai Comitati direttivi degli Ambiti territoriali di caccia – ha concluso il presidente Berlato – che in molti casi vedono da più di un ventennio lo stesso presidente con tutti i rischi e i limiti del caso: c’è chi gestisce gli Atc come se fossero cosa loro e ciò è inammissibile”.

Vuoi restare aggiornato? Attiva le notifiche!

Scegli le categorie di contenuti che ti interessano e metti i bottoni che trovi qui sotto su ON.



Non visualizzi i bottoni? Leggi qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button