Come cacciare le CornacchieGuide

Caccia alle Cornacchie Parte 2 – Come e dove preparare il capanno

Fossi, filari di piante, cespugli, rovi e legnaie sono i punti migliori per creare un capanno, a patto di avere il sole alle spalle e di essere perfettamente mimetizzati. In questo articolo vediamo come costruire un capanno perfetto per cacciare le cornacchie.

🔥 Entra nel nuovo Canale WhatsApp di IoCaccio.it 🔥

Dopo aver visto nel precedente articolo come scegliere la zona di caccia, qui parleremo di come e dove preparare il capanno per cacciare le cornacchie da appostamento. Può sembrare un aspetto banale ma non va sottovaluto, perché questi uccelli fortemente stanziali ed estremamente attenti ai cambiamenti dell’ambiente in cui vivono.

Pubblicità
 

Aspetti normativi da seguire

Prima di tutto credo sia meglio, soprattutto per chi non è abituato a cacciare da appostamento, ricordare alcuni aspetti normativi generali da rispettare, tenendo ben presente che la legge cambia da regione a regione e, quindi, è opportuno consultare i vostri regolamenti regionali.

In generale, l’appostamento che andremo a preparare sarà di tipo temporaneo, quindi, non dovrà comportare nessun tipo di modificazioni permanete del sito e sarà destinato all’esercizio venatorio per non più di una giornata. Ricordatevi che:

  • L’appostamento può essere costruito solo poco tempo prima dell’inizio della caccia (l’orario preciso cambia nelle varie regioni) e al termine della giornata è opportuno rimuovere il materiale usato per montare il capanno e lasciare il sito com’era prima della sua costruzione;
  • La preparazione del capanno non può essere fatta mediante taglio di piante d’interesse economico e/o di piante appartenenti alla flora spontanea protetta.
  • Inoltre, vanno rispettate delle specifiche distanze dai confini delle zone di protezione, dai parchi, dalle aziende faunistiche venatorie, dalle zone addestramento cani e da altri appostamenti temporanei/fissi, oltre che da immobili, fabbricati e strade. Anche queste distanze cambiano da regione a regione, quindi controllate.

Il capanno: un divano nel salotto delle cornacchie

Detto questo, abbiamo trovato la giusta zona di caccia con cornacchie presenti in abbondanza, abbiamo ben chiare tutte le regole da rispettare e siamo pronti per costruire il nostro capanno. Questo dovrà confondersi con la natura che ci circonda e dovrà contenere noi, i nostri compagni di caccia, i fucili, e tutto il nostro materiale, facendo in modo che le nostre amiche non si accorgano della nostra presenzapiù facile a dirsi che a farsi!

Innanzitutto, dobbiamo tener bene a mente che le cornacchie abitano in quel posto e frequentandolo tutti i giorni lo conoscono alla perfezione. Per loro individuare anche un piccolo cambiamento non sarà difficile.

Vi faccio un esempio. Provate a immaginare un giorno di tornare a casa e di trovare un divano o un mobile in più in sala… Ve ne accorgereste subito, giusto? Ecco, il nostro capanno sarà come il nuovo divano nel salotto delle cornacchie, che queste non dovranno vedere!

Dove costruire il capanno

Torniamo al nostro capanno, la prima regola per scegliere dove prepararlo è questa: andrà costruito sempre con il sole alle nostre spalle. Così, le cornacchie in entrata avranno il sole negli occhi, mentre noi no, e ogni nostro piccolo movimento sarà meno visibile.

Una volta verificata la posizione del sole, osservando la zona di caccia cercheremo fossi, filari di piante o alberi, cespugli, rovi, presenza di granturco in piedi, legnaie e più in generale qualsiasi anfratto naturale possa essere utile per nascondersi.

Io vi confido che prediligo i filari di piante, perché le nostre amiche entreranno nel gioco per lo più da destra o da sinistra seguendo i filari e, se tutto sarà stato fatto a dovere, non si accorgeranno di noi se non quando sarà ormai troppo tardi! Quando, invece, entreranno da dietro, avremo le piante a coprici, mentre davanti saremo ben nascosti all’interno del capanno, controllando il loro avvicinarsi dalle fessure del telo mimetico.

Vediamo nel dettaglio le altre possibilità:

  • NEI CAMPI DI GRANTURCO IN PIEDI
    Meglio se tagliato in vari punti in modo da avere il tagliato frontalmente o lateralmente. Ci posizioneremo all’interno delle piante ancora in piedi, ma non troppo, altrimenti non avremmo una bella visuale in fase di tiro. Così facendo saremo coperti frontalmente e lateralmente ma non sopra da dove le nostre amiche ci vedrebbero all’istante. Quindi, bisognerà raccogliere alcune canne spezzate di granturco e metterle sopra di noi creando, così, una specie di tettoia naturale. In caso aggiungeremo qualche canna anche davanti a noi se ce ne fosse bisogno.
  • NEI FOSSI
    Non semplice, a meno che non abbiamo delle piante dietro che ci nascondano alla vista delle grigie in caso di arrivo spalle. Monteremo il nostro telo, rigorosamente mimetico, posizionandolo in obliquo verso di noi a una distanza giusta da coprirci e lasciare allo stesso tempo lo spazio per il tiro. Sia davanti che ai lati lo ricopriremo con frasche e piante potate raccolte nelle vicinanze. Sopra creeremo una tettoia, meno semplice ma simile a quella fatta nel campo di granturco, con lo stesso materiale che abbiamo usato per i lati.
  • NEI CESPUGLI O ROVI
    Meno complicato, basterà farsi spazio creando una specie di capanno intrecciando i cespugli o i rovi senza romperli mettendo davanti a noi il telo e coprendolo con i rovi o cespugli stessi e il gioco sarà fatto.
  • NELLE LEGNAIE
    Tra le legnaie si possono fare dei capanni fantastici visto il vasto assortimento di materiale che ci circonda, non è complicato basterà mettere il telo tra le legnaie o appena davanti e con tutto il materiale a disposizione ricoprirlo da sopra ai lati e davanti, tutto sarà così invisibile e confuso alla legnaia rendendoci in pratica invisibili agli occhi delle grigie.

Come costruire il capanno

Visto e selezionato il posto ora dobbiamo costruire il nostro capanno. Tutto il materiale che utilizzeremo dovrà essere rigorosamente mimetico: picchetti, corde da 3-4 mm, paletti (se allungabili meglio sia per il trasporto sia per le varie depressioni del terreno), machete, mazzetta in gomma, teli mimetici di varie misure (io prediligo quelli di oltre 10 metri per contenere anche la mia inseparabile griglia!), sgabelli, tute camo e poi… tutto il materiale che ci dà la natura e tanta, tanta inventiva!

Posizioneremo prima i nostri paletti, poi ci appoggeremo il nostro bel telo mimetico e alle estremità legheremo alcuni cm di corda che assicureremo a rami o ai paletti stessi. Una volta fatto ciò aggiusteremo la distanza tra i paletti per mettere in tensione il telo e assicureremo il tutto a terra con i picchetti. Fatto questo metteremo all’interno fucili, sgabelli, cartucce e tutto il resto del nostro materiale, poi, passeremo al mimetismo vero e proprio usando la natura che ci circonda. Vi voglio ricordare una regola da tenere sempre in testa quando si cacciano le cornacchie: il mimetismo non sarà mai abbastanza!

Infine, posizioneremo rami, piante, foglie, rovi (insomma qualunque cosa naturale trovata nelle vicinanze o sul terreno circostante) al di sopra, al di sotto, ai lati e dentro il capanno, cercando di renderlo un tutt’uno con l’ambiente.

Prodotti Utili

Vi lascia una breve lista di prodotti utili per la costruzione del capanno e più sotto qualche immagine con esempi di capanni.

Rete mimetica da caccia
4.689 Recensioni
Rete mimetica da caccia
Telo da caccia mimetico in varie dimensioni e colorazioni, in tessuto poliestere Oxford e con griglia di rinforzo per evitare rotture
Paracord mimetico 4 mm
478 Recensioni
Paracord mimetico 4 mm
Paracord mimetico, 30 metri con diametro di 4 mm. Utile per il fissaggio del telo al capanno.
Paletti per costruzione capanno
1 Recensioni
Paletti per costruzione capanno
Paletti in alluminio inossidabile, telescopici, con punta a lancia per penetrare senza problemi anche i terreni più duri. Altezza minima 120 cm, altezza massima 215 cm. Con ferretti laterali.
Vestito mimetico
Tuta mimetica indossabile sopra i normali vestiti da caccia per mimetizzazione ottimale.

Alcuni esempi di Capanno

Clicca sull’immagine per ingrandire

Colgo l’occasione per ringraziare i grandi LUCA C., CODONE 81, BOTAHV79, SAMPEY POLLY, FROSONE65, CAPOKAPPAY, JOHNX, ERCHIAPPETTA, MENGA, SUPERNITRO, RICCA’ e tutti gli altri del forum migra per avermi dato la possibilità di postare le foto di alcuni dei nostri capanni fatti quest’anno!

Concludendo

Se avrete fatto un capanno da caccia a regola d’arte, vedrete le cornacchie avvicinarsi avendo occhi soltanto per gli stampi… sempre che li abbiate posizionati accuratamente! Nel parlo nel prossimo articolo, che trovare qui “Come posizionare gli stampi per cacciare le cornacchie da appostamento.

Pubblicità
guest
1 Commento
Più recenti
Meno recenti Più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Emilio Magazzini
Emilio Magazzini
4 anni fa

Come faccio a comprare la cornacchia che becca con motorino?

Potrebbe interessarti

Pubblicità
Pulsante per tornare all'inizio