Caccia alle Cornacchie, come scegliere la zona di caccia

Anche se poco càpita e spesso sottovalutata, la caccia da appostamento alle cornacchie è sicuramente complessa, e la sua buona riuscita è legata ad un’attenta osservazione delle abitudini di questo straordinario selvatico e ad una scrupolosa preparazione della zona di caccia (ricordiamoci fin da subito che è un animale fortemente stanziale ben attento ad ogni cambiamento dell’ambiente che lo circonda).

Pubblicità
 

Trovare le Cornacchie

Detto questo, la prima cosa che dobbiamo fare è sicuramente trovare le cornacchie. Dobbiamo capire dove dormono, come si muovono e soprattutto dove e di cosa si alimentano, a seconda della stagione che andremo ad affrontare.

La vita delle cornacchie è piuttosto semplice: di notte dormono in grossi gruppi in boschi caratterizzati dalla presenza di piante alto fusto, all’alba si muovono alla spicciolata verso le zone di pastura e all’imbrunire fanno rientro nei boschi per dormire.

Essendo animali onnivori si nutrono di tutto: carogne, piccoli di lepre, uova, pulcini, uccelli, insetti, frutta e semi. Per questo le vedremo spesso vicino a campi seminati (che danneggiano sensibilmente) o appena mietuti, e le troveremo anche vicino ad allevamenti e cascinali. Invece, difficilmente le troveremo vicino a foreste troppo fitte e dense di vegetazione per cui queste saranno zone a cui non daremo tanta importanza e dove non faremo mai la nostra stampata.

Per scegliere una zona di caccia dove poterle insidiare ci troveremo quindi di fronte ad una scelta: se fare un appostamento in un campo di pastura (quindi di giorno dove vanno a cibarsi) o se fare un appostamento nei pressi di un dormitorio (quindi nel tardo pomeriggio/sera o mattina presto).

 Come trovare un campo di pastura

Per trovare un campo del genere dovremmo perdere un po’ del nostro tempo libero, magari mentre andiamo a lavoro, durante la pausa pranzo, o in qualunque altro momento in cui siamo in giro in macchina (avremo così la possibilità di osservarle a debita distanza senza disturbarle).

Oppure possiamo chiedere ad un nostro compagno di caccia di farlo per noi, io ad esempio ho conosciuto dei compagni di caccia fantastici e quando ognuno di loro è in giro per qualunque motivo, ci aggiorna su ciò che ha visto nelle campagne circostanti, così facendo si creano più occasioni di trovare le nostre amiche intente a pasturare!

Quindi, dovremo osservare i campi Corvi in pasturache ci circondano, che dovranno essere campi di erba appena nata, campi appena arati o dove sia stato ammucchiato o sparso del letame o ancora dei campi di grano o di mais appena tagliato. In uno di questi luoghi sicuramente ci troveremo le cornacchie in gruppi che potranno essere composti da 4/5 o più esemplari intenti a cibarsi.

Una volta individuato un campo ricco di cornacchie ci torneremo il giorno successivo e, se sono ancora presenti, saremo sicuri che quello sarà il posto giusto dove mettere i nostri stampi (tesa).

Come trovare un dormitorio

Per trovare un dormitorio, invece, dovremo avere la voglia ed il tempo di seguire le nostre amiche il pomeriggio tardi: non è così difficile capire qual’è il momento giusto perché vedremo le cornacchie volare a piccoli gruppi formati da 3/4 esemplari dirette tutte in un’unica direzione, seguite a pochi minuti di distanza da altri gruppetti via via sempre più numerosi.

Seguendo il loro tragitto spesso ci troveremo davanti a piccoli boschi costituiti da alberi molto alti, sapremo di essere nel posto giusto perché le vedremo girare in larghi cerchi sopra di essi gracchiando a più non posso…

…con questo comportamento aspettano fino all’ultimo esemplare per poi posarsi e passare lì la notte (le cornacchie anche se appartenenti ad un unico nucleo familiare, rispettano molto la gerarchia per questo le prime a rientrare saranno le più anziane o i grandi maschi, per loro essere in alto nella scala sociale comporta  una serie di diritti tra cui il  privilegio di trovare il posto migliore dove passare la notte).

A questo punto saremo certi che nei pressi di quel bosco o lungo la traiettoria di volo che seguono le cornacchie potremo fare il nostro capanno. Sfrutteremo così il mattino presto per la loro uscita e la sera per il loro rientro, sappiate però che il capanno dovrà essere fatto a regola d’arte ma di questo ne parlerò prossimamente…

R. Claudio (ICE)


CACCIA DA APPOSTAMENTO ALLE CORNACCHIE (torna alla sezione principale)
Come scegliere la zona di caccia
Come e dove preparare il capanno
Come posizionare gli stampi
Come utilizzare il richiamo

Photo Credit: Crow Field via Photopin (license)

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!


Ogni venerdì mattina riceverai un'email con tutte le novità della settimana

Un Commento

  1. Ciao Claudio, sono un appassionato come te della caccia alla cornacchia, con buoni risultati, volevo farti una domanda, qualora mi puoi delucidare; spesso mi posiziono sulla traiettoria di rientro, nel pomeriggio e, a volte talune si staccano dai gruppi e arrivano, ma altrettante volte, passano gracchiando e ignorando completamente la tesa…..spesso questa situazione si ripete piu’ di quelle proficue, ed ho notato che coincidono maggiormente con le belle giornate. Sai darmi una spiegazione? Grazie e con l’occasione ti saluto cordialmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button