Fauna e AmbienteLombardia

Federcaccia Lombardia presenta il Progetto Lepre

Dopo il progetto cesena, Federcaccia Lombardia presenterà ufficialmente oggi, 4 novembre, il Progetto di gestione conservativa della lepre nelle province di Cremona, Mantova, Pavia e Lodi.

Pubblicità
 

Il progetto è stato sviluppato in collaborazione con lo studio Geco (che si occupa di gestione e pianificazione faunistica, di studi di impatto e incidenza ambientale, di indagini faunistiche e ricerche naturalistiche), ed è finalizzato a migliorare ed aggiornare le conoscenze sullo stato di conservazione della lepre nel territorio lombardo e a valutare le cause che stanno determinando la riduzione numerica della lepre nel nord Italia, per arrivare a proporre pratiche gestionali utili ad aiutare la ripresa di questa specie.

All’incontro sono stati invitati i rappresentanti della Direzione Generale Agricoltura della Regione e degli Uffici Territoriali Regionali, i dirigenti degli Ambiti Territoriali di Caccia delle province interessate, i rappresentati dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia Romagna e i membri della vigilanza venatoria della quattro province.

Gli obbiettivi

“Il progetto – si legge nella pagina di presentazione sul sito di Federcaccia Bresciaattraverso azioni pianificate di monitoraggio porterà alla raccolta, con criteri scientifici, di dati relativi all’ambiente, alla demografia e alla ecologia della specie”.

Questi gli obiettivi progettuali:

  • incremento delle conoscenze sulla distribuzione e sulla consistenza delle popolazioni di lepre all’interno dell’Area di progetto e la definizione dei modelli gestionali in uso.
  • caratterizzazione ambientale e faunistica delle Zone di Ripopolamento e Cattura presenti all’interno dell’Area di Progetto, con particolare riferimento alla dinamica della lepre.
  • studio dell’ecologia e della demografia della specie.
  • identificazione dei fattori limitanti di natura ambientale e delle criticità gestionali.
  • definizione di idonee strategie di conservazione e gestione.
Il commento di FIdC

“La lepre è una specie di grande interesse che, in tutto il Nord Italia ha subito un calo di densità. Questo sembrerebbe riconducibile all’alterazione dell’habitat e degli ecosistemi dovuti anche a una intensificazione sempre maggiore delle pratiche agricole. Lo scopo è quello di evidenziare fattori limitanti e criticità, individuando le più opportune linee di intervento per la realizzazione di un modello gestionale razionale, basato su un’efficiente organizzazione territoriale e sullo sfruttamento sostenibile della risorsa faunistica, nel lungo termine.”

“Siamo orgogliosi e soddisfatti che questo progetto entri ora nella fase operativa con la presentazione alle istituzioni e agli ATC – conclude Federcaccia – Starà ora ai cacciatori che verranno formati fare in modo che le grandi energie economiche investite abbiano come risultato un miglioramento della gestione delle popolazioni di lepri”.

Pubblicità
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Potrebbe interessarti

Pubblicità
Pulsante per tornare all'inizio