Attualità VenatoriaDalle RegioniLombardia

Lombardia, pubblicati tutti i decreti del calendario venatorio 2022/2023

Sara un altro anno difficile per i cacciatori lombardi: il calendario resta complesso e con più limitazioni rispetto a quello dello scorso anno (già disastroso). L’approvazione nei termini di legge non salva l’operato della Regione.

Dopo le scelte scellerate dello scorso anno, Regione Lombardia ha deciso di pubblicare i tanti decreti che compongono il calendario venatorio 2022/2023 rispettando il termine del 15 giugno fissato dalla legge nazionale n. 157/92. È stato così evitato l’errore fatto lo scorso anno di ufficializzare il calendario pochi giorni prima dell’apertura, un errore che aveva portato alla sospensiva del TAR e al blocco per due settimane della stagione venatoria.

Pubblicità
 

Purtroppo, però, la sostanza del calendario venatorio non è cambiata. Con un anno a disposizione la Regione, infatti, non ha risolto il problema di fondo: in Lombardia continua a mancare un Piano Faunistico Venatorio aggiornato. Così, anche quest’anno, dovendo sottoporre il calendario alla Valutazione di Incidenza Ambientale (il cosiddetto Decreto VINCA) la Regione ha scelto di adeguare i calendari integrativi e quello riduttivo a molte delle indicazioni fornite dal parere ISPRA che quest’anno sono ancora più stringenti a causa della revisione dei Key Concepts. Così il calendario venatorio lombardo ne esce ulteriormente peggiorato.

Fra le limitazioni più significate la sospensione del prelievo per Tortora selvatica, Moretta, Moriglione, Combattente e Pavoncella, la chiusura per la caccia agli acquatici al 19 gennaio, la chiusura per il Tordo bottaccio al 31 dicembre e per Tordo sassello, Cesena e Beccaccia al 19 gennaio e l’apertura della quaglia al 1° ottobre. Inoltre, in molte provincie fino al 30 settembre le specie migratrici, ad eccezione di Beccaccino, Frullino e Beccaccia, potranno essere cacciate solo d’appostamento con la limitazione, se l’appostamento è di tipo temporaneo, delle 3 giornate fisse.

Qui trovate tutti i decreti che compongono il calendario venatorio 2022/2023 della Lombardia.
Valutazione d’incidenza ambientale 2022/2023 (decreto VINCA)
Calendario venatorio riduttivo 2022/2023
Disposizione integrative per Ungulati e Galliformi.
Giornate integrative per la caccia d’appostamento fisso

Calendari venatori integrativi 2022-2023
Bergamo
Brescia
Milano, Monza e Brianza
Como, Lecco e Varese
Lodi e Pavia
Cremona e Mantova

Periodi di caccia generali

Come sanno bene i cacciatori lombardi, il calendario venatorio regionale è definito dalla legge n. 17/04, ma i tempi di prelievo definiti da questa legge sono ormai superati da quelli dettati dalla Valutazione dell’incidenza ambientale e dal Calendario venatorio riduttivo.

Queste le specie cacciabili e i periodi di prelievo generali risultanti dall’analisi dei vari documenti (vi ricordiamo che questi periodi generali possono comunque essere ridotti nei vari ATC e CA dai Calendari integrativi e dalle disposizioni del Decreto VINCA, che vi invitiamo a visionare attentamente):

  • Tortora selvatica, Moretta, Moriglione, Combattente e Pavoncella, prelievo sospeso
  • Fagiano, Coniglio selvatico e Minilepre dal 18 settembre al 31 dicembre
  • Starna e Pernice dal 18 settembre al 30 novembre
  • Lepre dal 18 settembre al 8 dicembre
  • Allodola dal 1° ottobre al 31 dicembre (carniere massimo 10 capi giornalieri e 50 stagionali)
  • Quaglia dal 1° al 31 ottobre (carniere massimo 3 capi giornalieri e 20 stagionali)
  • Merlo dal 18 settembre al 31 dicembre (a settembre solo da appostamento con carniere massimo giornaliero di 5 capi)
  • Beccaccino, Frullino, Gallinella d’acqua, Folaga, Porciglione, Germano reale, Alzavola, Codone, Fischione, Mestolone, Marzaiola, Canapiglia dal 18 settembre al 19 gennaio (Carniere massimo Codone 5 capi giornalieri e 25 stagionali)
  • Tordo bottaccio dal 18 settembre al 31 dicembre
  • Tordo sassello e Cesena dal 1° ottobre al 19 gennaio
  • Beccaccia dal 18 settembre al 19 gennaio
  • Colombaccio, Cornacchia grigia, Cornacchia nera, Gazza, Ghiandaia e Volpe dal 18 settembre al 31 gennaio

DI seguito le principali disposizione contenute nei calendari integrative delle varie provincie.

Bergamo

Nell’ATC Pianura Bergamasca dal 18 al 30 settembre la caccia vagante alla fauna stanziale e alle specie beccaccino, frullino e beccaccia è consentita esclusivamente nelle giornate fisse di mercoledì, sabato e domenica. La caccia alle altre specie migratrici (acquatici, corvidi, colombaccio, merlo e tordo bottaccio) dal 18 al 30 settembre potrà essere svolta solo d’appostamento, nei giorni fissi di mercoledì sabato e domenica per gli appostamenti temporanei o in 3 giorni a scelti per gli appostamenti fissi.

A gennaio la caccia vagante, a eccezione della caccia alla volpe, è consentita esclusivamente lungo i fiumi Oglio, Cherio, Serio, Brembo e Adda, sino a 50 metri dal battente dell’onda, anche con l’uso del cane, fatta eccezione per le razze da seguita. Questi i periodi di caccia per la fauna stanziale:

  • Fagiano maschio, Minilepre e Coniglio selvatico dal 18 settembre al 31 dicembre
  • Starna e Pernice dal 18 settembre al 30 novembre
  • Lepre dal 18 settembre al 8 dicembre
  • Volpe dal 18 settembre al 31 gennaio

Nei Comprensori Alpini Preapli Bergamasche, Valle Seriana, Valle Brembana, Valle Borlezza e Valle di Scalve, nella Zona A di maggior tutela la caccia vagante è consentita dal 2 ottobre al 30 novembre, esclusivamente nelle giornate di mercoledì e domenica, ad eccezione della caccia di selezione agli ungulati. Questi i periodi di caccia per la fauna stanziale:

  • ZONA A
    Fagiano, Starna
    e Pernice dal 9 ottobre al 30 novembre
    Lepre e Volpe dal 2 ottobre al 30 novembre
  • ZONA B
    Fagiano maschio
     dal 18 settembre al 31 dicembre
    Fagiano Femmina, Starna, Pernice, Lepre, Minilepre e Coniglio selvatico dal 18 settembre al 30 novembre (lepre dal 25.09.2022 nel CAC Valle Brembana)
    Volpe dal 18 settembre al 31 gennaio

Qui il testo integrale delle disposizioni integrative al Calendario Venatorio 2022-2023 della Lombardia per il territorio di Bergamo.

Brescia

Anche nell’ATC Unico di Brescia dal 18 al 30 settembre la caccia vagante alla fauna stanziale e alle specie beccaccino, frullino e beccaccia è consentita esclusivamente nelle giornate fisse di mercoledì, sabato e domenica, con l’ulteriore limitazione della chiusura alle ore 12.00. Anche qui la caccia alle altre specie migratrici (acquatici, corvidi, colombaccio, merlo e tordo bottaccio) dal 18 al 30 settembre potrà essere svolta solo d’appostamento, nei giorni fissi di mercoledì sabato e domenica per gli appostamenti temporanei o in 3 giorni a scelti per quelli fissi.

A gennaio la caccia vagante è consentita esclusivamente negli ambienti umidi specificati nel calendario integrativo.

Questi i periodi di caccia per la fauna stanziale:

  • Fagiano, Minilepre e Coniglio selvatico dal 18 settembre al 31 dicembre
  • Starna, Pernice e Lepre dal 18 settembre al 30 novembre
  • Volpe dal 1° ottobre al 31 gennaio (con limitazione dal 08.12.2022 al 30.01.2023 solo in squadra)

Nei Comprensori Alpini N.1 Ponte di Legno, N.2 Edolo, N.3 Media Valle Camonica, N.4 Bassa Valle Camonica, N.5 Sebino, N.6 Valle Trompia, N.7 Valle Sabbia, N.8 Alto Garda nella zona di maggior tutela (Zona A) la caccia vagante è consentita dal 2 ottobre al 30 novembre, nei giorni di mercoledì e domenica, ad eccezione della caccia al cinghiale e alla volpe, consentita anche nella giornata di sabato e fatta eccezione per la caccia di selezione agli ungulati. La caccia da appostamento fisso è consentita dal 18 settembre al 31 dicembre.

In zona B, invece, la caccia vagante alla sola avifauna migratoria, anche con l’uso del cane da ferma e/o riporto, è consentita dal 2 ottobre al 31 dicembre per tre giorni settimanali a scelta. La caccia da appostamento temporaneo è consentita non oltre il limite superiore della vegetazione d’alto fusto.
La caccia da appostamento fisso è consentita dal 18 settembre al 31 dicembre. Limitatamente alle specie Tordo sassello e Cesena è consentita anche dal 1 al 20 gennaio, per i soli appostamenti autorizzati.
Questi i periodi di caccia per la fauna stanziale:

  • ZONA A
    • Fagiano, Starna, Pernice, Lepre, Minilepre, Coniglio selvatico e Volpe dal 2 ottobre al 30 novembre
  • ZONA B
    • Fagiano, Starna, Pernice, Lepre, Minilepre e Coniglio selvatico dal 18 settembre al 30 novembre
    • Volpe dal 18 settembre al 31 gennaio (dopo il 30.11.2022 solo in squadra)

Sul lago di Garda e sul lago di Iseo, al fine di non pregiudicare l’attività turistica, la caccia agli acquatici è vietata sino al 30.09.2022 compreso

Qui il testo integrale delle disposizioni integrative al Calendario Venatorio 2022-2023 per il territorio di Brescia

Milano, Monza e Brianza

Anche nelle province di Milano e Monza Brianza dal 18 al 30 settembre la caccia vagante alla fauna stanziale e alle specie beccaccino, frullino e beccaccia è consentita esclusivamente nelle giornate fisse di mercoledì, sabato e domenica. La caccia alle altre specie (acquatici, corvidi, colombaccio, merlo e tordo bottaccio) dal 18 al 30 settembre potrà essere svolta solo d’appostamento, nei giorni fissi di mercoledì, sabato e domenica per gli appostamenti temporanei o in 3 giorni a scelti per quelli fissi. 

In entrambe le province a gennaio la caccia agli acquatici è consentita entro i 50 metri dal battente dell’onda dei corsi d’acqua, canali, fossi di larghezza non inferiore a 4 metri e con presenza perenne di acqua, nonché nelle zone umide e nelle stoppie di riso.

Questi i periodi di caccia per la fauna stanziale nell’ATC 1 della Pianura Milanese e nell’ATC 2 della Collina di San Colombano:

  • Fagiano, Minilepre e Coniglio selvatico dal 18 settembre al 31 dicembre
  • Lepre, Starna e Pernice dal 18 settembre al 30 novembre
  • Volpe dal 18 settembre al 30 gennaio

Questi i periodi di caccia per la fauna stanziale nell’ATC Brianteo:

  • Fagiano, Minilepre e Coniglio selvatico dal 20 settembre al 31 dicembre
  • Starna e Pernice dal 18 settembre al 30 novembre
  • Lepre dal 18 settembre al 7 dicembre
  • Volpe dal 18 settembre al 29 gennaio

Qui il testo integrale delle disposizioni integrative al Calendario Venatorio 2022-2023 per il territorio delle provincie di Milano e Monza-Brianza.

Varese, Como e Lecco

Nella provincia di Varese nell’ATC 1 Prealpino e nell’ATC 2 delle Valli del Ticino e dell’Olona si può cacciare per tre giorni a scelta a settimana per tutta la stagione venatoria. Nel periodo dal 18 al 30 settembre le specie alzavola, germano reale, canapiglia, codone, fischione, marzaiola, mestolone, gallinella d’acqua, folaga, porciglione, colombaccio, merlo, tordo bottaccio, cornacchia grigia, cornacchia nera, gazza e ghiandaia possono essere cacciate solo d’appostamento.

Questi i periodi di caccia per la fauna stanziale:

  • Fagiano, Minilepre e Coniglio selvatico dal 18 settembre al 31 dicembre
  • Starna e Pernice dal 18 settembre al 30 novembre
  • Lepre dal 18 settembre al 8 dicembre
  • Volpe dal 18 settembre al 30 gennaio

Nel Comprensorio Alpino Nord Verbano nella zona di maggior tutela (Zona A) la caccia vagante è consentita dal 2 ottobre al 30 novembre, nei giorni di mercoledì e domenica, fatta salva la caccia agli ungulati. È fatta salva altresì la caccia alla volpe, consentita anche il sabato. La caccia da appostamento fisso è vietata.

In zona B, invece, la caccia vagante alla sola avifauna migratoria è consentita dal 1° ottobre settembre al 31 dicembre per tre giorni settimanali a scelta. La caccia alla lepre comune, fagiano, coniglio selvatico e starna, è consentita solo il mercoledì e la domenica e termina il 30 novembre per le specie lepre comune, starna, coniglio selvatico, e il 7 dicembre per il fagiano. La caccia alla volpe è consentita nei giorni di mercoledì, sabato e domenica e termina il 29 gennaio. La caccia da appostamento fisso alla sola avifauna migratoria è consentita dal 18 settembre al 30 gennaio per tre giorni settimanali a scelta. La caccia collettiva al cinghiale in battuta, senza l’utilizzo del cane, è consentita dal 1° novembre al 29 gennaio.

Questi i periodi di caccia per la fauna stanziale:

  • ZONA A
    • Fagiano, Starna, Lepre, Coniglio selvatico e Volpe dal 2 ottobre al 30 novembre
  • ZONA B
    • Starna, Lepre e Coniglio selvatico dal 18 settembre al 30 novembre
    • Fagiano dal 18 settembre al 7 dicembre
    • Volpe dal 18 settembre al 29 gennaio

Qui il testo integrale delle disposizioni integrativi al Calendario Venatorio 2022-2023 per il territorio di Varese.

In provincia di Como nellATC Olgiatese e nell’ATC Canturino, nel periodo dal 18 al 30 settembre le specie alzavola, germano reale, canapiglia, codone, fischione, marzaiola, mestolone, gallinella d’acqua, folaga, porciglione, colombaccio, merlo, tordo bottaccio, cornacchia grigia, cornacchia nera, gazza e ghiandaia possono essere cacciate solo d’appostamento.

La caccia in forma vagante è consentita con le seguenti modalità:

  • nei mesi di settembre e ottobre
    – alla migratoria senza l’uso del cane in ATC Canturino: per tre giorni a scelta;
    – alla stanziale con l’uso del cane in ATC Canturino: nei giorni di mercoledì, sabato e domenica;
    – alla stanziale e alla migratoria con e senza l’uso del cane in ATC Olgiatese: per tre giorni a scelta;
  • dopo il 31 ottobre: alla stanziale e alla migratoria, anche con l’uso del cane, per tre giorni settimanali a scelta in entrambi gli ATC.

A gennaio la caccia agli acquatici è consentita entro i 50 metri dal battente dell’onda dei corsi d’acqua, canali, fossi di larghezza non inferiore a 4 metri e con presenza perenne di acqua, nonché nelle zone umide e nelle stoppie di riso.

Questi i periodi di caccia per la fauna stanziale:

  • Fagiano Maschio, Minilepre, Coniglio selvatico dal 18 settembre al 31 dicembre
  • Lepre e Fagiano femmina dal 18 settembre al 8 dicembre
  • Pernice rossa e Starna dal 18 settembre al 30 novembre
  • Volpe dal 18 settembre al 30 gennaio

Questi, invece, i periodi di caccia per la fauna stanziale nei Comprensori Alpini Prealpi Comasche, Alpi Comasche e Penisola Lariana:

  • Starna, Lepre, Fagiano dal 18 settembre al 23 novembre
  • Volpe dal 18 settembre ottobre al 30 gennaio

Per tutte le altre disposizioni dei Comprensori Alpini consultate il testo integrale delle disposizioni integrative al Calendario Venatorio 2022-2023 per il territorio di Como.

In provincia di Lecco nell’ATC Meratese dal 18 al 30 settembre la caccia vagante alla fauna stanziale e alle specie beccaccino, frullino e beccaccia è consentita esclusivamente nelle giornate fisse di mercoledì, sabato e domenica. La caccia alle altre specie (acquatici, corvidi, colombaccio, merlo e tordo bottaccio) dal 18 al 30 settembre potrà essere svolta solo d’appostamento, nei giorni fissi di mercoledì, sabato e domenica per gli appostamenti temporanei o in 3 giorni a scelti per gli appostamenti fissi. 

A gennaio la caccia agli acquatici è consentita entro i 50 metri dal battente dell’onda dei corsi d’acqua, canali, fossi di larghezza non inferiore a 4 metri e con presenza perenne di acqua, nonché nelle zone umide e nelle stoppie di riso.

Questi i periodi di caccia per la fauna stanziale:

  • Fagiano, Minilepre, Coniglio selvatico dal 18 settembre al 31 dicembre
  • Lepre dal 18 settembre al 8 dicembre
  • Pernice rossa e Starna dal 18 settembre al 30 novembre
  • Volpe dal 18 settembre al 30 gennaio

Questi, invece, i periodi di caccia per la fauna stanziale nei Comprensori Alpini Prealpi Lecchesi, Alpi Lecchesi e Penisola Lariana:

  • ZONA A
    • Starna, Lepre, Fagiano e Volpe dal 2 ottobre al 16 novembre
  • ZONA B
    • Starna e Lepre dal 18 settembre al 30 novembre
    • Fagiano dal 18 settembre al 30 novembre (solo con cane da ferma fino al 20.18.2022)
    • Volpe dal 18 settembre al 31 gennaio

Per tutte le altre disposizioni dei Comprensori Alpini consultare il testo integrale delle disposizioni integrative al Calendario Venatorio 2022-2023 per il territorio di Lecco.

Lodi e Pavia

In provincia di Lodi nell’ATC 1 Laudense Nord e nell’ATC 2 Laudense Sud dal 18 al 30 settembre la caccia vagante alla fauna stanziale e alle specie beccaccino, frullino e beccaccia è consentita esclusivamente nelle giornate fisse di mercoledì, sabato e domenica. La caccia alle altre specie (acquatici, corvidi, colombaccio, merlo e tordo bottaccio) dal 18 al 30 settembre potrà essere svolta solo d’appostamento, nei giorni fissi di mercoledì, sabato e domenica per gli appostamenti temporanei o in 3 giorni a scelti per quelli fissi. 

A gennaio la caccia negli ATC in forma vagante con l’utilizzo del cane, escluso quello da
seguita, è consentita unicamente nelle stoppie di riso, nonché nel raggio di 50 metri dalla battigia dell’acqua dei fiumi, canali, rogge, morte e mortizze elencate nel calendario venatorio integrativo.

Questi i periodi di caccia per la fauna stanziale:

  • Fagiano, Minilepre e Coniglio selvatico dal 18 settembre al 31 dicembre
  • Starna e Pernice dal 18 settembre al 30 novembre
  • Lepre dal 18 settembre al 8 dicembre
  • Volpe dal 18 settembre al 30 gennaio

In provincia di Pavia nell’ATC 1 Mortara Lomellina Ovest, ATC 2 Dorno Lomellina Est, ATC 3 Pavese, ATC 4 Casteggio Oltrepò Nord, ATC 5 Varzi Oltrepò Sud, ATC 6 ZPS Risaie della Lomellina dal 18 al 30 settembre la caccia vagante alla fauna stanziale e alle specie beccaccino, frullino e beccaccia è consentita esclusivamente nelle giornate fisse di mercoledì, sabato e domenica. La caccia alle altre specie (acquatici, corvidi, colombaccio, merlo e tordo bottaccio) dal 18 al 30 settembre potrà essere svolta solo d’appostamento, nei giorni fissi di mercoledì, sabato e domenica per gli appostamenti temporanei o in 3 giorni a scelti per quelli fissi. 

A gennaio negli ATC 1, 2, 3 e 6, la caccia agli acquatici è consentita entro i 50 metri dal battente dell’onda dei corsi d’acqua, canali, fossi di larghezza non inferiore a 4 metri e con presenza perenne di acqua, nonché nelle zone umide e nelle stoppie di riso, mentre nell’ATC 4 è consentita solo entro i 50 metri dal battente dell’onda del fiume Po. Nell’ATC 5 a gennaio è consentita solo la caccia alla volpe in squadre autorizzate.

Questi i periodi di caccia per la fauna stanziale:

  • Fagiano, Minilepre e Coniglio selvatico dal 18 settembre al 31 dicembre
  • Starna e Pernice dal 18 settembre al 30 novembre
  • Lepre dal 18 settembre al 8 dicembre
  • Volpe dal 18 settembre al 30 gennaio

Qui il testo integrale delle disposizioni integrative al Calendario Venatorio 2022-2023 per il territorio di Lodi e Pavia.

Cremona e Mantova

In provincia di Cremona negli ATC 1, 2, 3, 4, 5, 6 e 7 dal 18 al 30 settembre la caccia vagante alla fauna stanziale e alle specie beccaccino, frullino e beccaccia è consentita esclusivamente nelle giornate fisse di mercoledì, sabato e domenica fino alle ore 12. La caccia alle altre specie (acquatici, corvidi, colombaccio, merlo e tordo bottaccio) dal 18 al 30 settembre potrà essere svolta solo d’appostamento, nei giorni fissi di mercoledì, sabato e domenica fino alle ore 12 per gli appostamenti temporanei o in 3 giorni a scelti per quelli fissi. 

Negli ATC n. 1, 2, 3 e 4 dal 12 dicembre e negli ATC 5, 6 e 7 dal 1° gennaio, la caccia vagante è consentita esclusivamente entro i 50 metri dal battente dell’onda dei corsi d’acqua specificati nel calendario integrativo.

Questi i periodi di caccia per la fauna stanziale:

  • Fagiano, Minilepre e Coniglio selvatico dal 18 settembre al 31 dicembre
  • Starna, Pernice e Lepre dal 18 settembre al 27 novembre
  • Volpe dal 18 settembre al 30 gennaio

In provincia di Mantova negli ATC 1, 2, 3, 4, 5 e 6  dal 18 al 30 settembre la caccia vagante alla fauna stanziale e alle specie beccaccino, frullino e beccaccia è consentita esclusivamente nelle giornate fisse di mercoledì, sabato e domenica fino alle ore 12. La caccia alle altre specie (acquatici, corvidi, colombaccio, merlo e tordo bottaccio) dal 18 al 30 settembre potrà essere svolta solo d’appostamento, nei giorni fissi di mercoledì, sabato e domenica per gli appostamenti temporanei o in 3 giorni a scelti per quelli fissi.

A gennaio la caccia vagante, anche con il cane da ferma e/o da cerca e riporto, è consentita esclusivamente nelle paludi ed entro 50 metri dalle rive di stagni, laghi, fiumi e canali con presenza perenne di acqua e solo nei tratti di larghezza non inferiore a 4 metri.

Questi i periodi di caccia per la fauna stanziale:

  • Minilepre e Coniglio selvatico dal 18 settembre al 31 dicembre
  • Fagiano, Starna, Pernice e Lepre dal 18 settembre al 27 novembre
  • Volpe dal 18 settembre al 30 gennaio

Qui il testo integrale delle disposizioni integrative al Calendario Venatorio 2022-2023 per il territorio di Mantova e Cremona.

Vuoi restare aggiornato? Attiva le notifiche!

Scegli le categorie di contenuti che ti interessano e metti i bottoni che trovi qui sotto su ON.



Non visualizzi i bottoni? Leggi qui

2 Commenti

  1. Grazie per il vostro rilevante contributo nel fornire notizie e normative, in modo veramente professionale ed affidabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button