Molise, approvato il calendario venatorio 2021/2022

Finalmente lo scorso 23 agosto anche il Molise ha approvato in via definitiva il calendario venatorio per la stagione di caccia 2021/2022. Resta la preapertura, anche alla Tortora, e la chiusura al 10 febbraio per il Colombaccio.

Pubblicità
 

Purtroppo restano tutte le limitazioni presenti nei passati calendario, come la chiusura anticipata al 20 gennaio per tutti gli acquatici e per tutti i turdidi e l’apertura posticipata al 2 di ottobre per molte specie. Di seguito il calendario in dettaglio.

Preapertura

I cacciatori molisani potranno cacciare in preapertura le specie Cornacchia Grigia, Ghiandaia, Gazza, Tortora e la Quaglia. Queste le date:

  • Cornacchia Grigia, Ghiandaia e Gazza nei giorni 1, 5 e 8 settembre (solo d’appostamento)
  • Tortora nei giorni 1 e 5 settembre (solo d’appostamento)
  • Quaglia nei giorni 12 e 15 settembre (dall’alba fino alle ore 14.00)

Posticipo chiusura

Anche quest’anno la Regione ha mantenuto la possibilità di cacciare il Colombaccio fino al 10 di Febbraio. Nello specifico, dal 1° gennaio al 10 febbraio 2021 il prelievo del Colombaccio è consentito solo d’appostamento, senza l’ausilio del cane, e con l’obbligo di raggiungere e lasciare il sito con arma scarica in custodia, con la specificazione che nelle Zone di Protezione Speciale (ZPS) il prelievo è consentito soltanto nelle giornate di mercoledì e domenica. In tale periodo è previsto un limite di carniere giornaliero pari a 5 capi.

I periodi di caccia

Per i cacciatori molisani l’apertura generale della stagione venatoria resta fissata per il 19 settembre, con chiusura generale al 31 gennaio. Per i non residenti, invece, la stagione venatoria inizierà il 2 ottobre per terminare il 30 dicembre. Questi i principali periodi di caccia:

  • Cornacchia Grigia, Ghiandaia e Gazza dal 19 settembre al 13 gennaio + preapertura
  • Fagiano dal 19 settembre al 29 novembre
  • Alzavola, Canapiglia, Fischione, Marzaiola, Mestolone, Folaga, Gallinella d’acqua, Porciglione, Frullino e Germano reale dal 2 ottobre al 20 gennaio
  • Beccaccino dal 2 ottobre al 20 gennaio (a gennaio il carniere giornaliero massimo ridotto a 3 capi)
  • Quaglia dal 19 settembre al 31 ottobre + preapertura
  • Tortora dal 19 al 30 settembre
  • Colombaccio dal 2 ottobre al 10 febbraio (a gennaio e febbraio solo da appostamento)
  • Allodola e Merlo dal 2 ottobre al 30 dicembre
  • Beccaccia dal 2 ottobre al 30 dicembre (carniere massimo 3 capi), dal 1° al 20 gennaio (carniere massimo 2 capi), dal 22 al 30 gennaio (carniere massimo 1 capo)
  • Cesena, Tordo bottaccio e Tordo sassello dal 2 ottobre al 20 gennaio
  • Lepre dal 19 settembre al 15 dicembre (dove è accertata la presenza della lepre italica dal 17 ottobre al 28 novembre)
  • Volpe dal 19 settembre al 31 gennaio

Il Cinghiale

Per quanto riguarda il prelievo venatorio del cinghiale, questo sarà consentito dal 13 ottobre al 12 gennaio per 3 giorni alla settimana, di cui sabato e domenica fissi e un giorno a scelta tra il mercoledì e/o il giovedì. La caccia al cinghiale è regolamentata dal Disciplinare contenente le linee guida.

Nello stesso periodo, inoltre, è consentito l’abbattimento occasionale dei cinghiali in forma individuale, senza l’ausilio di cani da seguita. Il prelievo in selezione, invece, potrà essere effettuato dal 2 aprile al 15 agosto 2022.

Per quanto riguarda l’Area Contigua del Parco Nazionale d’Abruzzo e Molise, la caccia al cinghiale potrà essere esercitata dal 1° novembre al 31 gennaio in forma collettiva mediante la tecnica della “girata” con squadre formate da 6-10 unità con unico cane che ha funzione anche di “limiere”, oppure in forma individuale da appostamento e/o alla “cerca” con carabina munita di ottica di puntamento e senza l’ausilio dei cani.

Carnieri

Per ogni giornata di caccia ogni cacciatore potrà abbattere complessivamente 2 capi di selvaggina stanziale, rispettando comunque i limiti giornalieri e stagionali riportati di seguito:

  • Lepre carniere giornaliero massimo 1 capo (nessun limite stagionale)
  • Cinghiale carniere giornaliero massimo 2 capi (nessun limite stagionale)

Per la selvaggina migratoria, il limite massimo giornaliero è stabilito di 20 capi complessivi, con i seguenti limiti:

  • Quaglia carniere giornaliero massimo 5 capi (stagionale 25)
  • Allodola carniere giornaliero massimo 10 capi (stagionale 50) 
  • Tortora carniere giornaliero massimo 5 capi (stagionale 15)
  • Beccaccia carniere giornaliero massimo 3 capi fino al 30 dicembre, 2 capi dal 1° al 20 gennaio, 1 capo dal 22 al 30 gennaio (stagionale 20)
  • Beccaccino carniere giornaliero massimo 6 capi fino al 30 dicembre, 3 capi dal 1° al 20 gennaio (stagionale 25)
  • Frullino e Anatidi carniere giornaliero massimo 8 capi (stagionale 25)
  • Colombaccio carniere giornaliero massimo 10 capi fino al 30 dicembre, 5 capi dal 1° gennaio al 10 febbraio (nessun limite stagionale)

Qui il testo integrale del Calendario Venatorio 2021/2022 del Molise

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!


Ogni venerdì mattina riceverai un'email con tutte le novità della settimana

5ommenti

    1. mi chiedo se un giorno sarà possibile non scomodare i santi in PARADISO.
      Ancora oggi nel 2021 bisogna inchinarsi, ringraziare e leccare !!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button