Attrezzatura

Porto d’armi da difesa esteso a tutti i legittimi detentori di armi. Ecco la petizione

Recentemente, grazie alla segnalazione di un lettore, siamo venuti a conoscenza di una petizione che cui si chiede di estendere il Porto d’armi da difesa a tutti i legittimi detentori di armi, quindi anche ai cacciatori.

Pubblicità
 

Ci siamo messi in contatto con chi ha lanciato questa petizione, Concezio Alicandri Ciufelli, creatore anche del gruppo Facebook “Difesa dei legali possessori di armi” (gruppo nato nel Marzo 2015 dopo l’ennesimo giro di vite sulla legittima detenzioni di armi, e che conta oltre 16 mila membri) per farci raccontare meglio il perché di questa proposta. Ecco cosa ci ha detto.

In Italia i porti d’arma da difesa concessi sono solo 19’000 per una popolazione di circa 60 milioni di abitanti, inoltre tendenzialmente non vengono rinnovati neppure i vecchi.
Chi si volesse difendere da un aggressione non può farlo in maniera seria, può chiedere certo aiuto alle forze dell’ordine ma in queste situazioni ogni secondo appare prezioso e nell’immediatezza non vi è praticamente nessuna chance di essere aiutati (oltre questo negli ultimi anni le forze dell’ordine hanno subito dei tagli).

In Italia da qualche anno vi è la possibilità di acquistare presso armerie e non solo gli spray al peperoncino.
Cerchiamo ora di capire se tali mezzi possano essere d’aiuto.
Gli spray in Italia di libero acquisto e libero porto ovvero quelli conformi al D.M.12 Maggio 2011, 103 non sono gli stessi in quanto ad efficacia di quelli ampiamente diffusi nella gran parte dei paesi Europei come Francia, Germania ed extra Europei (USA ad esempio).

Le bombolette in Italia sembrano essere più un palliativo che altro infatti:

  1. Il contenuto di capsicum non può superare il 10%
  2. Il contenuto della bomboletta non può essere sopra i 20 ml
  3. Il getto non può andare oltre il 3 metri, con il rischio in caso di trovarsi controvento di proiettarselo in faccia!(all’estero si arriva a 4/6 metri)

Per non parlare di un’altro strumento less lethal che potrebbe essere utilizzato da difesa (secondo me più come deterrente visivo che altro comunque), lo Stungun o dissuasore elettrico.
Qui ancora peggio che per gli spray al capsicum: in Italia gli Stungun possono essere acquistati solo con porto d’armi e non essere portati fuori dell’abitazione.

All’estero in molti paesi come Francia, Germania, Repubblica Ceca, Russia sono di libera vendita ai maggiorenni.

Le aggressioni avvengono sempre, e a volte non sono neanche tutte riportate dalla stampa.
Le donne sono poi quelle a rischiare di più perché possono essere aggredite non solo a scopo di rapina ma per stupro.

Poter portare con sé un’arma avendone i giusti requisiti si tradurrebbe in un calo di aggressioni, peraltro, la maggior parte senza dover neppure sparare, in quanto la deterrenza di un’arma corta, anche il solo mostrarla può porre fine ad un aggressione senza ferimenti da entrambe le parti.

Quindi riassumendo la situazione italiana in poche righe:

  • Porti d’arma da difesa sempre meno
  • Mezzi alternativi seri per difendersi non ci sono.

Però

Per questo ho sottoscritto queste due petizioni:

Togliamo le Scorte ai politici
Porto d’armi da difesa esteso a tutti i legittimi detentori di armi

Concezio Alicandri Ciufelli

Vuoi restare aggiornato? Attiva le notifiche!

Scegli le categorie di contenuti che ti interessano e metti i bottoni che trovi qui sotto su ON.



Non visualizzi i bottoni? Leggi qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button