Dalle RegioniSicilia

Sicilia, la Regione adegua il calendario venatorio al decreto del TAR

Niente caccia alla Tortora e apertura ritardata per Coniglio selvatico e Quaglia. Resta la preapertura a Colombaccio e Coniglio

L’assessore Toni Scilla ha firmato oggi la delibera con cui modifica il calendario venatorio 2021/2022 della Sicilia dando attuazione al decreto del TAR del 31 agosto.  Il calendario viene così adeguato al parere ISPRA, come indicato dal Giudice del tribunale di Catania, vietando il prelievo della Tortora e posticipando al 2 ottobre l’inizio della caccia per Coniglio e Quaglia. Di seguito tutti i dettagli.

Pubblicità
 

Preapertura

La nuova delibera autorizza il prelievo in preapertura del Colombaccio e del Coniglio selvatico. Entrambe le specie potranno essere cacciate nei giorni 4, 5, 11 e 12 settembre con la limitazione della sola forma di caccia da appostamento per il Colombaccio.

Apertura generale

L’apertura generale della stagione venatoria resta fissata per il 19 settembre, anche se la data d’apertura per Coniglio selvatico e Quaglia è stata posticipata al 2 ottobre, in accordo con il parere ISPRA. Questi i principali periodi di caccia:

  • Coniglio selvatico dal 2 ottobre al 13 novembre negli ambiti territoriali AG1, AG2, CL1, EN1, EN2, ME1, PA1, PA2, SR2, TP1 e TP2 e dal 2 ottobre al 28 novembre negli ambiti territoriali CL2, CT1 CT2, ME2, RG1, RG2 e SR1
  • Colombaccio dal 19 settembre al 17 gennaio
  • Quaglia dal 2 ottobre al 31 ottobre (a settembre solo nei terreni a colture erbacee dopo il taglio o la mietitura con l’utilizzo massimo di un cane da ferma per cacciatore)
  • Ghiandaia, Gazza dal 19 settembre al 31 gennaio
  • Merlo dal 19 settembre al 30 dicembre
  • Allodola dal 2 ottobre al 30 dicembre
  • Volpe dal 2 ottobre al 31 gennaio
  • Alzavola, Canapiglia, Codone, Fischione, Germano Reale, Mestolone, Folaga, Gallinella d’acqua, Porciglione Beccaccino dal 2 ottobre al 20 gennaio
  • Beccaccia dal 2 ottobre al 10 gennaio
  • Cesena e Tordo bottaccio dal 2 ottobre al 20 gennaio
  • Tordo sassello dal 2 ottobre al 31 gennaio
  • Lepre italica dal 24 ottobre al 29 novembre, esclusivamente nelle aree oggetto del progetto “Verso il prelievo sostenibile della Lepre italica in Sicilia: Buone pratiche e azioni di monitoraggio” da soggetti abilitati.

Invariate le disposizioni per Cinghiale, Siti Natura 2000 e Carnieri

Invariate le disposizioni per il Cinghiale che resta cacciabile dal 1° novembre al 31 gennaio, sia in forma libera che in forma individuale, quest’ultima a gennaio potrà solo da appostamento temporaneo (senza cani) ed esclusivamente nei giorni di lunedì, mercoledì, giovedì e sabato.

Rimangono anche le restrizioni per i Siti Natura 2000, dove l’attività venatoria sarà vietata sia all’interno che per una fascia di rispetto di 150 metri contigua, a eccezione delle aree dove l’attività venatoria è espressamente consentita dal Piano Faunistico Venatorio.

Invariati anche i carnieri. Per ogni giornata ogni cacciatore potrà abbattere complessivamente 15 capi di selvaggina, rispettando comunque i limiti giornalieri e stagionali riportati di seguito:

  • Coniglio selvatico 1 capo giornaliero (15 stagionali)
  • Quaglia Merlo carniere giornaliero massimo 5 capi (stagionale 25) 
  • Allodola carniere giornaliero massimo 10 capi (stagionale 40) 
  • Tortora carniere giornaliero massimo 5 capi (stagionale 15)
  • Codone, Beccaccino e Mestolone carniere giornaliero massimo 5 capi (stagionale 25)
  • Beccaccia carniere giornaliero massimo 3 capi che scende a 1 capo a gennaio (stagionale 20, massimo 3 a gennaio)

Al link seguente potete consultare il nuovo testo del Calendario Venatorio 2021/2022 della Sicilia.

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!


Ogni venerdì mattina riceverai un'email con tutte le novità della settimana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button