Toscana, al via il Piano di prelievo del Capriolo 2019

In Toscana ha preso il via lo scorso 12 giugno il Piano di Prelievo del Capriolo per la stagione venatoria 2019/2020, approvato dalla Giunta Regionale toscana nella seduta di lunedì 10 giugno.

Pubblicità
Cosa prevede il Piano di prelievo del Capriolo

Fermo restando il silenzio venatorio nei giorni di martedì e venerdì, questi sono i periodi di prelievo del Capriolo in funzione delle classi di sesso/età e divisi in base alla vocazione dell’area:

Aree Vocate

  • Maschi adulti e giovani: dal 12 giugno al 15 luglio, dal 15 agosto al 30 settembre 2019;
  • Femmine: dal 15 agosto al 30 settembre 2019 e dal 1° gennaio al 15 marzo 2020;
    Piccoli: dal 15 agosto al 30 settembre 2019 e dal 1° gennaio al 15 marzo 2020.

Aree non Vocate

  • Maschi adulti e giovani: dal 12 giugno al 15 luglio, dal 15 agosto al 30 settembre 2019, dal 1° gennaio al 15 aprile 2020;
  • Femmine e piccoli femmina: dal 15 agosto al 30 settembre 2019 e dal 1° gennaio al 15 marzo 2020
  • Piccoli maschi: dal 15 agosto al 30 settembre 2019 e dal 1° gennaio al 15 aprile 2020

La delibera stabilisce anche che il prelievo è consentito anche in caso di terreno coperto da neve, che nelle aziende agrituristico venatorie poste in aree vocate avverrà sulla base di quanto indicato all’art. 69 comma 5 del DPGR 48/R/2017, e che il prelievo nel periodo compreso tra la terza domenica di settembre e il 31 di gennaio, le prescritte annotazioni debbono essere effettuate anche sul tesserino venatorio di cui all’articolo 6 della l.r. 20/2002.

Prelievi estivi anche per Femmine e piccoli

Come accade già da due stagioni, Anche quest’anno la Regione, discostandosi dal parere ISPRA, ha autorizzato il prelievo sia nelle aree vocate che non vocate della componente femminile e dei piccoli anche nel periodo estivo (agosto-settembre). Queste le motivazioni portate della Regione:

  • la consistenza della specie capriolo in Toscana si attesta, considerando le sole aree cacciabili ed i censimenti in esse effettuati nel presente anno, in almeno 175.477 individui diffusi su 1.433.243 ettari, con una densità media di 12,93 capi/kmq, non destando in alcun modo preoccupazioni circa la conservazione della specie;
  • nell’anno corrente, nei 344.161 ettari inclusi nelle Unità di Gestione non vocate alla specie risultano censiti oltre 30.091 caprioli con una densità media di 10,62 capi/kmq e massima di oltre 27 capi/kmq;
  • dai risultati relativi ai piani di prelievo dell’annata precedente, contenuti nelle informazioni obbligatorie comunicate dai rispettivi ATC e Titolari di istituti faunistici e allegate ai singoli piani di prelievo di ciascuna Unità di Gestione della specie emerge come nella precedente annata venatoria 2018-2019, il tasso di abbattimento medio regionale sulla specie è stato pari al 52,90%;
  • le proposte di prelievo suddette sono finalizzate al pieno raggiungimento dei piani, sia nei distretti che nelle Aziende venatorie poste in area vocata o non vocata alla specie capriolo;
  • dalla consultazione della serie storica dei dati di prelievo sul capriolo in Toscana emerge che dal 2012, anno in cui furono tolte femmine e piccoli dai piani di prelievo estivi, sono andate diminuendo le percentuali di realizzazione complessive e soprattutto quelle di tali classi, con il pericolo conseguente di destrutturazione sociale;
  • nelle aree non vocate, ove è stato concesso un più ampio periodo di prelievo su femmine e piccoli nella annata 2017-18 il rapporto sessi dei capi abbattuti si è mantenuto su livelli accettabili (0,85 maschi per femmina), mentre nelle aree vocate, senza tale periodo il prelievo è stato maggioritario sulla componente maschile (1,34 maschi/femmina), con conseguenti possibili problemi di destrutturazione sociale;
  • sono presenti situazioni locali nelle aree non vocate di ingenti danni all’agricoltura causati dalla specie

Qui potete consultare il testo della Delibera e il Piano di prelievo del capriolo.

IoCaccio.it

Un team giovane e dinamico, legato da una profonda passione per la caccia, per l'outdoor e per la natura. Noi cacciamo e scriviamo per passione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close