Dalle RegioniToscana

Toscana, arrivato il parere ISPRA sul calendario venatorio

CCT e Cabina di Regia hanno commentato il parere dell'Istituto sottolineando le proprie posizioni che presenteranno all’assessore Remaschi nell’incontro previsto per lunedì prossimo.

La Regione Toscana ha ricevuto nei giorni scorsi il parere ISPRA sulla proposta di calendario venatorio per la stagione 2020/2021. Osservazioni che in sostanze ricalcano quelle dell’anno scorso. Lo hanno reso noto le associazioni venatorie toscane, commentando i rilievi dell’Istituto e confermando le proprie posizioni che presenteranno all’assessore Remaschi nell’incontro previsto per lunedì prossimo.

Pubblicità
 

Il commento della Confederazione Cacciatori Toscani

“I rilievi hanno di fatto ricalcato quella che da tempo è la posizione sostenuta dall’istituto – hanno commentato le associazioni della CCT (FIdC – ANUU – ARCT – EPS) – e che la Regione Toscana ha saputo contrastare con la forza degli argomenti tecnico scientifici anche nelle precedenti annualità. Da parte nostra, stiamo da tempo preparando un corposo documento tecnico scientifico a supporto della proposta redatta dalla Regione.

Rimangono comunque invariate le proposte a suo tempo avanzate ed in più occasioni anticipate all’assessore Remaschi – prosegue la CCT. Nessun passo indietro rispetto al calendario dello scorso anno e una pressante richiesta affinché si riducano i tempi di approvazione da parte della Regione, al fine di garantire la certezza del diritto per la prossima stagione venatoria”.

Il commento della Cabina di Regia Toscana

Anche le associazioni facenti parte della Cabina di Regia Toscana (Arci Caccia, Enalcaccia, ANLC e Italcaccia) hanno commentato le osservazioni dell’Istituto Superiore per la Ricerca e la Protezione Ambientale: “l’Ispra ha visionato il Calendario Toscano e ha come lo scorso anno, posto i consueti rilievi strumentali basati sui desueti Key Concepts e sul mancato riconoscimento della validità di dati importanti come il monitoraggio della beccaccia o le analisi dei dati dei carnieri. Tutti problemi con cui la Regione si è già confrontata vittoriosamente nelle annate passate in sede giudiziaria, come la richiesta di limitazioni temporarie per i turdidi e di carniere per specie in moderata difficoltà come l’allodola o la pavoncella”.

“Unica novità di quest’anno – prosegue la Cabina di Regia – la richiesta dell’Istituto di sottoporre il Calendario a una procedura VINCA, una valutazione di incidenza che mai si era richiesta finora per questo tipo di atto amministrativo. Certo, questa nuova “gabella” è richiesta dalle linee guida per la gestione dei siti Natura 2000 approvata dalla Conferenza Stato Regioni, ma la Regione, grazie al lavoro della Cabina di Regia Nazionale, può avvalersi, per confutare la tesi dell’Ispra delle seguenti considerazioni che fanno ben sperare in una favorevole risoluzione della procedura:

  • le Linee Guida in oggetto non hanno carattere vincolante;
  • il discostamento dalle Linee Guida è ammesso (cfr. Cons. St. parere, 2.8.2016 n. 1767), mediante atti che indichino le ragioni della diversa scelta amministrativa (fra le tante, cfr. Cons. St. parere, 29.5.2017 n. 1257; TAR Lazio, Sez. I, 14.2.2018, n. 1736);
  • le Linee Guida non possono sostituire il dettato normativo (cfr. Cons. St. parere, 29.5.2017 n. 1257);
  • le Linee Guida nella parte riferita ai Calendari Venatori si pongono in contrasto con la normativa di riferimento e in particolare con l’art. 6, comma 3, Direttiva 92/43/CEE, con l’art. 5 D. Lgs. n. 152/2006 e con l’art. 5 D.P.R. n. 357/1992 di attuazione e recepimento della Direttiva 92/43/CEE (nonché con la disciplina dettata dall’art. 18 L. 157/1992;
  • le Linee Guida risultano illegittime in quanto assunte senza la partecipazione del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, che è rimasto escluso dalla Conferenza Stato-Regioni-Province Autonome e così usurpato delle sue competenze in materia”

“Siamo certi che la Regione – conclude la Cabina di Regia – forte di questi riferimenti normativi per cui possiamo ringraziare il lavoro unitario svolto dalla Cabina di Regia Nazionale, potrà in tempi brevi portare all’approvazione il Calendario Venatorio per la prossima stagione”.

[fa type=”bell”] Attiva le notifiche

Vuoi ricevere in anteprima le notizie venatorie dalla Toscana?
Attiva il servizio di notifica mettendo il bottone che trovi qui sotto su ON, è gratis!

(Se non appare il bottone per l’attivazione vai a questo link)

Vuoi restare aggiornato? Attiva le notifiche!

Scegli le categorie di contenuti che ti interessano e metti i bottoni che trovi qui sotto su ON.



Non visualizzi i bottoni? Leggi qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button