Benelli Settembre 2018
lombardia disturbo dell'attività venatoria

Veneto, approvata la legge Berlato sulla Gestione Faunistica, Ambientale e Produttiva

Il Consiglio regionale del Veneto ha approvato oggi, 21 dicembre, la legge presentata dal Consigliere regionale Sergio Berlato, che integra la normativa statale e regionale in materia faunistica (Legge Nazionale 157/1992 e Legge Regionale 50/1993) coinvolgendo anche la gestione ambientale, agricola e zootecnica.

La nuova legge prevede che la Giunta regionale elabori un programma quinquennale di gestione faunistica, ambientale e produttiva che, operando sulla base di un approccio tecnico-scientifico, introduce strumenti di studio, rilevazione e analisi, e individua metodologie di gestione che prevengano fenomeni di disequilibri faunistico-ambientali e di gravi danni alle produzioni agricole, ittiche e zootecniche.

“È stata posta la pietra angolare sulla quale costruire un nuovo modello di gestione faunistica e ambientale – afferma soddisfatto Berlato – abbiamo fornito alla Giunta regionale gli strumenti utili per elaborare un programma regionale pluriennale di gestione faunistica, ambientale e produttiva di durata quinquennale, che introduce strumenti di studio, di rilevazione dati e della loro analisi e di individuazione di metodologie di gestione, ivi compreso lo strumento del controllo e contenimento delle specie di fauna selvatica al fine di prevenire il determinarsi di fenomeni di disequilibri faunistico-ambientali e di situazioni di gravi danni alle produzioni agricole, ittiche e zootecniche. La fauna selvatica, soprattutto quella non cacciabile, deve essere gestita dodici mesi all’anno ed in tutto il territorio, sia in quello in cui si esercita la caccia sia in quello in cui la caccia non è consentita”.

“Grazie a questo provvedimento si potrà ottenere un quadro complessivo della consistenza e dello stato di conservazione delle singole specie selvatiche – prosegue il Consigliere – dati indispensabili anche per valutare l’impatto che le diverse specie hanno sul territorio. Abbiamo ritenuto necessario attivarci per la creazione un modello di gestione che sia strumento efficace per calibrare mirate azioni di gestione volte a tutelare il patrimonio faunistico e ambientale senza però sacrificare le attività produttive. Il tutto sulla scorta di dati scientifici ottenuti grazie alle azioni di rilevazione e di monitoraggio promosse e coordinate dalla Giunta regionale, coinvolgendo le Associazioni di categoria interessate, gli Ambiti territoriali di caccia ed i Comprensori Alpini”

“Entro 120 giorni all’approvazione della legge, la Giunta regionale del Veneto dovrà definire il programma pluriennale di gestione faunistico, ambientale e produttiva, che passerà poi al vaglio della Terza Commissione che ho l’onore di presiedere per la definitiva approvazione” afferma in conclusione il Presidente Sergio Berlato.

Scritto da IoCaccio.it

IoCaccio.it
Un team giovane e dinamico, legato da una profonda passione per la caccia, per l'outdoor e per la natura. Noi lo facciamo per passione!

Ti Potrebbe Interessare Anche

Repubblica di San Marino, ecco il testo del calendario venatorio 2018/2019

Forse non tutti i cacciatori italiani lo sanno ma la piccola Repubblica di San Marino, …