Calendario venatorio 2018 veneto

Veneto, approvato il Calendario Venatorio 2017/2018

La Giunta regionale del Veneto ha approvato oggi il calendario venatorio per la stagione di caccia 2017/2018. Il nuovo calendario prevede 5 giornate di preapertura (a partire dal 2 settembre) per 6 differenti specie e la chiusura posticipa al 10 febbraio per i corvidi. L’avvio generale della stagione resta fissato come di consuetudine alla terza domenica settembre.


La preapertura

Anche quest’anno il calendario venatorio prevede la possibilità di cacciare in preapertura nei giorni 2, 3, 4, 9 e 10 settembre, consentendo esclusivamente la caccia da appostamento alle specie: Tortora (carniere massimo 10 capi giornalieri), Merlo (carniere massimo 5 capi giornalieri), Cornacchia grigia, Cornacchia nera, Ghiandaia e Gazza.

I periodi di caccia

La stagione venatoria inizierà ufficialmente il 17 settembre e terminerà il 31 gennaio. Questi i principali periodi di caccia:

  • Tortora e Combattente dal 17 settembre al 30 ottobre
  • Fagiano, Starna, Quaglia, Coniglio selvatico dal 17 settembre al 31 dicembre
  • Allodola dal 1 ottobre al 31 dicembre
  • Merlo dal 17 settembre al 14 dicembre
  • Cornacchia grigia, Cornacchia nera, Ghiandaia e Gazza dal 17 settembre al 11 gennaio e dal 1 al 10 febbraio esclusivamente d’appostamento
  • Beccaccia e Tordo bottaccio dal 17 settembre al 20 gennaio
  • Germano reale, Alzavola, Canapiglia, Codone, Fischione, Marzaiola, Moretta, Mestolone, Moriglione, Folaga, Gallinella d’acqua, Porciglione, Pavoncella, Beccaccino, Frullino, Cesena, Tordo sassello, Colombaccio, Volpe dal 17 settembre al 31 gennaio
  • Lepre dal 17 settembre al 30 novembre
  • Lepre bianca, Pernice bianca, Fagiano di monte e Coturnice dal 1 ottobre al 30 novembre (esclusivamente sulla base dei piani di prelievo numerici formulati sulla base di censimenti specifici)

Qui il testo integrale del calendario venatorio 2017/2018 del Veneto

Il commento di Sergio Berlato

Il Presidente della terza Commissione permanente del Consiglio regionale del Veneto, Sergio Berlato, ha commentato positivamente l’approvazione sottolineando che la Giunta “ha confermato la decisione già assunta nella scorsa stagione venatoria di dotare tutte le province del Veneto di un calendario venatorio unico per tutta la regione, ponendo definitivamente fine ad una discutibile pratica che era stata adottata dalla Giunta regionale precedente la quale, per soddisfare i pruriti egoistici di qualche dirigente venatorio o di qualche presidente di Ambito Territoriale di Caccia, aveva provveduto ad emanare calendari venatori differenziati non solo tra le diverse province del Veneto ma anche tra i diversi ATC della stessa provincia”.

“Bene quindi ha fatto la Giunta regionale a porre fine alla babele venatoria purtroppo in uso nel passato – ha continuato Berlato. “Ci complimentiamo quindi con l’assessore regionale Giuseppe Pan per aver fatto approvare dalla Giunta regionale, sia pure nei limiti imposti dalla legge statale 157/92 e dei pareri dell’ISPRA, un calendario venatorio in linea con le aspettative del mondo venatorio veneto e nel rispetto dei limiti temporali del 15 giugno imposti dalla legge statale.

Photo Credit: Auf der Jagd (license)

Scritto da IoCaccio.it

IoCaccio.it
IoCaccio.it è composto da un team giovane e dinamico, legato da una profonda passione per la caccia e, più in generale, per la natura. Se anche tu sei giovane, e condividi la nostra stessa passione contattaci, per entrare nel Team!

Ti Potrebbe Interessare Anche

Cacciare gli ungulati 4 mesi

Toscana, modifiche per gli interventi di contenimento in braccata al cinghiale

La Regione Toscana con la delibera n. 814 del 24-07-2017 ha modificato il testo del …