Eventi

Beccaccia in Sardegna, cacciare è monitorare

Partecipa anche tu!

🔥 Entra nel nuovo Canale WhatsApp di IoCaccio.it 🔥

L’8 settembre in Sardegna, precisamente ad Alghero, organizzato ineccepibilmente da Andrea Pedrini e Michele Cadeddu del Centro Studi Beccaccia Sardegna si è svolto l’Incontro Formativo Beccaccia in Sardegna dove si è parlato dello status della specie, degli studi e del monitoraggio, del prelievo sostenibile.

Pubblicità
 

Il 9 settembre si è proseguito con il Corso di abilitazione per monitoratore Beccaccia con l’autorevole Paolo Pennacchini, beccacciaio e fondatore della FANBPO, la Federazione europea che racchiude tutte le associazioni nazionali dei beccacciai, è stato uno dei primi ad occuparsi di Sostenibilità  a seguito di molte esperienze sviluppate all’estero conseguenti ad una laurea dedicata alla Protezione della Fauna Selvatica nel Diritto Internazionale.

Inoltre il prof. Giuliano Milana, presidente ESP Sardegna, dottore in Scienze Naturali, PhD in Biologia Animale e Agrotecnico laureato, ha interloquito opportunamente con “La Caccia tra passato, presente e futuro”.

Una due giorni molto importante con il patrocinio della Regione Toscana che dal 2009 gestisce la conservazione della specie Beccaccia Scolopax rusticola con il coinvolgimento dei cacciatori-monitoratori che condividono i principi di una Caccia etica e sostenibile in Italia e nel Paleartico Occidentale, con la partecipazione del dott. Vito Mazzarone responsabile tecnico della fauna selvatica Toscana e del dott. Marco Tuti, esperto scientifico che pubblica le risultanze degli studi a livello europeo , a sua firma sono infatti le citazioni che hanno vinto i ricorsi anche in Sardegna e che finora ci hanno consentito la chiusura al 31 gennaio.

Si è parlato, quindi, di Cultura venatoria, di più etica e rispetto per la Beccaccia, di salvaguardia dell’ambiente, di ricerca scientifica applicata alla conservazione, di morfologia della Beccaccia, di bracconaggio della “Posta”, di volgare ostentazione sui Social delle Beccacce uccise, di passione e dell’azione del tuo cane “se ti soddisfino più del prelievo”, quindi se la frase “quante ne hai incontrate” sia più importante di “quante ne hai ammazzate”!

 Se vuoi preservare la tua Passione, occorre tutelare la Beccaccia

– Cacciando in maniera rispettosa, con regole sostenibili e nuovi comportamenti.
– Adottando la Cultura della Conservazione.
– Formandosi e studiando per fornire dati scientifici a supporto di un prelievo sostenibile.
Solo con una maggiore Cultura Venatoria si può affrontare il punto di vista di chi non caccia e spiegare quindi la nostra Passione.

Il Corso di abilitazione alla qualifica di monitoratore

L’ autorevole Paolo Pennacchini, con la sua importante competenza unita alla grande empatia, nella mattinata/pomeriggio del 09 settembre ha ultimato la due giorni dando seguito al Corso di Monitoratori , presenti in gran numero e interessati all’abilitazione di monitoraggio che inizierà a Febbraio 2024 per terminare il 15 Marzo 2024.

A tutti i Beccacciai:
” … La cosa veramente importante, per molti di noi, non è solo prendere qualcosa ma essere lì a cercarla.” Giuliano Milana Docet
Ephisi

Pubblicità
guest
1 Commento
Più recenti
Meno recenti Più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Lucarini Alduino
Lucarini Alduino
8 mesi fa

spero che questi corsi e questa idea di caccia, si diffonda in tutte le regioni, la cerca della beccaccia è una poesia scritta con il nostro ausiliare.

Potrebbe interessarti

Pubblicità
Pulsante per tornare all'inizio