Banner Benelli Giugno
Campania Bozza Calendario venatorio 2018-2019

Campania, ecco la prima bozza del Calendario Venatorio 2018/2019

Il prossimo 19 aprile, il Comitato Tecnico Faunistico Venatorio della Regione Campania discuterà la prima bozza del calendario venatorio per la stagione di caccia 2018-2019. Bozza che in queste ore è stata diffusa dall’associazione venatoria EPS Campania e che potete consultare integralmente qui.


Si tratta, come sempre, di una prima versione che potrà essere rivista della Regione sulla base delle proposte che presenteranno le organizzazioni ambientaliste, agricole e venatorie, e i componenti del Comitato tecnico faunistico venatorio regionale, che comunque presenta della novità rispetto alla passata stagione.

Preapertura

La prima bozza del nuovo calendario venatorio prevede la possibilità di cacciare in preapertura oltre alle specie Tortora, Gazza, Ghiandaia e Cornacchia grigia, già cacciabili lo scorso anno, anche le specie Merlo e Cornacchia Nera. Queste le date previste:

  • Cornacchia Grigia, Cornacchia Nera, Ghiandaia e Gazza nei giorni 1, 2, 5, 9 e 13 settembre
  • Tortora e Merlo nei giorni 1, 2, e 5 settembre
I periodi di caccia

Per quanto riguarda l’inizio generale della stagione venatoria, che l’anno scorso era stata fissata per tutte le specie (ad eccezione della quaglia) al 1° di ottobre, la bozza del nuovo calendario ripristina per alcune specie la data d’apertura alla terza domenica di settembre. Questi i principali periodi di caccia previsti:

  • Quaglia dal 16 settembre al 31 ottobre
  • Tortora dal 16 settembre al 31 ottobre (a settembre solo d’appostamento)
  • Fagiano dal 16 settembre al 31 gennaio
  • Starna e Coniglio selvatico dal 1 ottobre al 29 novembre
  • Lepre, Merlo e Allodola dal 1 ottobre al 31 dicembre
  • Beccaccia, Beccaccino, Frullino, Alzavola, Marzaiola, Canapiglia,  Codone, Fischione, Germano reale, Mestolone, Moriglione, Folaga, Gallinella d’acqua, Pavoncella, Porciglione dal 1 ottobre al 20 gennaio
  • Volpe, Cesena, Tordo bottaccio, Tordo sassello dal 1 ottobre al 31 gennaio
  • Colombaccio dal 1 ottobre al 10 febbraio (dal 1 gennaio al 10 febbraio esclusivamente da appostamento carniere massimo 5 capi)
  • Cornacchia grigia, Ghiandaia e Gazza dal 10 ottobre al 10 febbraio (dal 20 gennaio al 10 febbraio esclusivamente da appostamento)
Cinghiale

Quanto al cinghiale, nella prima bozza del nuovo calendario resta consentito il prelievo dal 1 ottobre al 31 dicembre esclusivamente in battute autorizzate, nei giorni di giovedì e domenica e in aggiunta, dal 1 ottobre al 31 ottobre 2017, anche il sabato. E’ stata per ora eliminata, invece, la possibilità da parte del singolo cacciatore, durante l’esercizio di altre forme di caccia, dell’abbattimento occasionale del cinghiale, nei periodi e nelle giornate in cui è consentito l’abbattimento in formula collettiva, esclusivamente al di fuori delle zone destinate alla caccia in battuta.

Infine, resta tutto invariato per la caccia di selezione al cinghiale che sarà consentita nel periodo che va dal 1° marzo al 30 agosto 2017, e potrà essere esercitata da un’ora prima del sorgere del sole fino ad un’ora dopo il tramonto e sarà condotta esclusivamente da punti fissi e da cacciatori di selezione iscritti nell’apposito Registro regionale.

Scritto da IoCaccio.it

IoCaccio.it
IoCaccio.it è composto da un team giovane e dinamico, legato da una profonda passione per la caccia e, più in generale, per la natura. Se anche tu sei giovane, e condividi la nostra stessa passione contattaci, per entrare nel Team!

Ti Potrebbe Interessare Anche

Bruzzone candidato

Il Senatore Bruzzone propone la creazione dell’interguppo “Ambiente e attività rurali”

Il Senatore Francesco Bruzzone, vice presidente della Commissione Ambiente a Palazzo Madama, ha scritto a …