Benelli Settembre 2018
caccia in deroga lombardia caccia in deroga allo storno

Lombardia, sulla caccia in deroga inviate controdeduzioni a Ispra. Fronte comune con altre Regioni

“Abbiamo inviato al presidente di Ispra una lettera con le controdeduzioni al parere negativo sulle deroghe per la caccia a storno, fringuello e peppola e sull’autorizzazione all’utilizzo delle reti per la cattura dei richiami vivi. Abbiamo esposto ragioni giuridiche e di merito. Non possiamo più accettare l’ennesimo parere negativo in fotocopia. Le deroghe sono, a determinate condizioni, un diritto riconosciuto dalla normativa comunitaria. Chiediamo di ridiscutere i pareri: abbiamo fornito alcune proposte che non possono essere cestinate in maniera pregiudizievole, ma che devono almeno essere approfondite”.

È quanto annunciato oggi da Fabio Rolfi, Assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi della Regione Lombardia, in riferimento al parere negativo ricevuto nelle scorse settimane da Ispra sulla concessione delle deroghe per il prelievo di storno, fringuello e peppola.

“Ho concordato con gli assessori all’Agricoltura di Friuli, Liguria e Veneto di inviare una richiesta congiunta di incontro ai neo ministri all’Ambiente, Sergio Costa, e all’Agricoltura, Gian Marco Centinaio per discutere di questo tema” ha aggiunto Rolfi.

“C’è di mezzo la salvaguardia della pratica venatoria, una attività che ha anche un consistente valore economico e occupazionale ed evidenti implicazioni per il mondo agricolo, basti pensare ai danni arrecati dallo storno alle coltivazioni di pregio. L’impegno è corale e forte da parte di queste Regioni. Vogliamo affrontare in maniera politica una scelta che, dato l’atteggiamento fin qui tenuto da Ispra, ha assunto carattere politico” ha concluso Rolfi.

Scritto da IoCaccio.it

IoCaccio.it
Un team giovane e dinamico, legato da una profonda passione per la caccia, per l'outdoor e per la natura. Noi lo facciamo per passione!

Ti Potrebbe Interessare Anche

Repubblica di San Marino, ecco il testo del calendario venatorio 2018/2019

Forse non tutti i cacciatori italiani lo sanno ma la piccola Repubblica di San Marino, …