Dalle RegioniPiemonte

Piemonte, l’assessorato risponde alla manifestazione dello scorso 5 Maggio

Lo scorso 5 maggio una nutrita delegazione di cacciatori piemontesi, accompagnati da alcuni sindaci, presidenti di ATC e dai consiglieri regionali di Forza Italia Gianluca Vignale e Claudia Porchietto, ha protestato sotto la sede dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Piemonte, contro l’accorpamento di ATC e CA. L’Assessorato con un comunicato apparso sul sito della regione ha risposto alla manifestazione ribadendo che in Piemonte Il rinnovamento della caccia è necessario. Di seguito il testo del comunicato:

Pubblicità
 

La manifestazione di circa 150 persone, rappresentanti di alcuni ambiti di caccia del Torinese, svoltasi il 5 maggio davanti all’assessorato regionale all’Agricoltura contro la proposta di accorpamento di ambiti di caccia e comprensori alpini dagli attuali 38 a 20 ha offerto all’assessore l’occasione per ricordare la sua posizione.

Secondo l’assessore, ben 38 enti di gestione, con 760 consiglieri, non sono riusciti nella stragrande maggioranza dei casi a raggiungere gli obiettivi di gestione della fauna selvatica e la situazione è andata fuori controllo in molte aree. La realtà è evidente a chiunque voglia vederla con sguardo obbiettivo e come dimostrano le continue segnalazioni di danni alle coltivazioni e di incidenti provocati dalla fauna selvatica.

L’assessore ritiene pertanto necessaria dunque una svolta, attesa dai cittadini e dal mondo agricolo, che razionalizzi gli enti, aiutando le omogeneità territoriali e la coerenza degli strumenti gestionali, senza alcuna conseguenza concreta sui cacciatori.

Fonte: Regione Piemonte

Vuoi restare aggiornato? Attiva le notifiche!

Scegli le categorie di contenuti che ti interessano e metti i bottoni che trovi qui sotto su ON.



Non visualizzi i bottoni? Leggi qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button