Contrari alla caccia Puglia Calendario Venatorio basilicata calendario venatorio

Basilicata, approvato il calendario venatorio 2017/2018

Lo scorso 24 luglio la Giunta regionale della Basilicata ha approvato il calendario venatorio per la stagione di caccia 2017/2018. Purtroppo, dopo il la sentenza del TAR della scorsa stagione, quest’anno la Regione ha deciso di emanare un calendario per gran parte in linea con quello restrittivo della scorsa stagione. Fra le limitazioni più significative, l’apertura generale al 1° di ottobre, la chiusura per anatidi e turdidi al 20 gennaio e la chiusura per la beccaccia al 31 dicembre.


Preapertura

Il calendario venatorio 2017/2018 prevede 3 giornate di preapertura per il prelievo della tortora (il 3, 10 e 13 settembre) e 3 giornate di preapertura per il merlo (il 17, 23 e 24 settembre). La caccia in preapertura sarà consentita solo da appostamento ai cacciatori residenti e domiciliati in Basilicata, con un carniere massimo giornaliero di 5 capi per specie.

Posticipo chiusura

Reintrodotto il posticipata al 10 febbraio della chiusura del periodo di caccia per le specie ColombaccioCornacchia grigia, Ghiandaia e Gazza, esclusivamente d’appostamento. Dal 1° al 10 febbraio queste specie potranno essere cacciate solo da appostamento.

Periodi di caccia

Quest’anno l’apertura generale della stagione venatoria è stata fissata per il 1° di ottobre. Questi i principali periodi di caccia:

  • Quaglia e Tortora dal 1° al 29 ottobre
  • Fagiano, Merlo e Allodola dal 1° ottobre al 31 dicembre
  • Lepre dal 1° ottobre al 3 dicembre
  • Tordo bottaccio, Tordo sassello, Cesena, Folaga, Beccaccino, Frullino, Pavoncella, Alzavola, Mestolone, Canapiglia, Fischione, Germano reale, Codone, Marzaiola,  Moriglione,  Gallinella d’acqua, Porciglione dal 1° ottobre al 20 gennaio
  • Colombaccio, Cornacchia grigia, Ghiandaia, Gazza dal 1° ottobre al 10 febbraio. Dal 1° gennaio al 10 febbraio esclusivamente da appostamento
  • Beccaccia dal 1° ottobre al 31 dicembre
  • Volpe dal 1° ottobre al 31 gennaio
Cinghiale

Quanto al prelievo del cinghiale, questo sarà consentito dal 1 ottobre al 31 dicembre, esclusivamente nei giorni fissi di mercoledì, solo in battuta e braccata con l’uso esclusivo di munizioni senza piombo.

Il prelievo del cinghiale in forma individuale resta consentito esclusivamente al di fuori dei Distretti di Gestione.

Carnieri

Questi i carnieri massimi giornalieri e stagioni consentiti:

  • Selvaggina stanziale
    1 Lepre per giornata con un massimo di 10 capi a stagione
    2 Fagiani per giornata per un massimo di 20 capi a stagione
    Volpe e Cinghiale senza limiti di carniere.
  • Selvaggina migratoria, 20 capi totali a giornata di cui:
    5 Tortore per un massimo di 25 capi stagionali
    5 Quaglie per un massimo di 25 capi stagionali
    Allodola e Merlo 10 capi per un massimo di 50 capi stagionali
    Beccaccino, Frullino e Pavoncella 3 capi per un massimo di 50 capi stagionali
    3 Beccacce per un massimo di 20 capi stagionali
    5 Colombacci per un massimo di 40 capi stagionali
    5 Anatidi e Rallidi per un massimo di 50 capi stagionali (ad eccezione del codone, massimo 25 capi annui)

Qui il testo integrale del calendario venatorio 2017/2018 della Basilicata

Scritto da IoCaccio.it

IoCaccio.it
IoCaccio.it è composto da un team giovane e dinamico, legato da una profonda passione per la caccia e, più in generale, per la natura. Se anche tu sei giovane, e condividi la nostra stessa passione contattaci, per entrare nel Team!

Ti Potrebbe Interessare Anche

Prima conferenza ARCT: un’associazione in cammino per l’unità dei cacciatori

“La nostra associazione nasce con l’obiettivo di rafforzare il processo unitario del mondo venatorio. La …