Passione, tecnica e cultura venatoria il leitmotiv della 11° Edizione di ExpoRiva Caccia Pesca Ambiente

Con oltre 15.000 visitatori l’evento trentino si consolida come punto di riferimento per gli appassionati di caccia a palla.

Pubblicità  

EXPORIVA CACCIA PESCA AMBIENTE, la mostra mercato che si tiene nella suggestiva cornice di Riva del Garda, si consolida, anno dopo anno, come l’appuntamento italiano più importante per gli appassionati di caccia alpina e caccia agli ungulati. Lo confermano i 15.037 ingressi registrati alla chiusura di questa 11° edizione. Il punto di forza della manifestazione è saper coniugare armonicamente l’aspetto commerciale, tipico delle fiere di settore, con un’attenzione unica al cuore della caccia, che batte di passione, competenze tecniche, cultura e tradizione insieme. Perché ExpoRiva Caccia Pesca Ambiente si rivolge ai cacciatori proponendo anche emozioni, in un’atmosfera dove la caccia si respira in ogni padiglione. Così, contemporaneamente alla possibilità di fare shopping e di conoscere nuovi prodotti – notevole quest’anno la crescita degli espositori nel settore armi – i visitatori hanno avuto realmente l’imbarazzo della scelta in un cartellone ricchissimo di incontri dedicati.

ARCHI, TROFEI, LUPI E CANI

Citiamo soltanto i veloci talk show dove si è parlato di caccia con l’arco (Emilio Petricci), preparazione dei trofei di caccia (Franco Gallazzini), ritorno del lupo sulle Alpi (Sonia Calderola) e del ruolo del cane da caccia nella cinofilia di oggi (Sergio Penner).

Giuseppe Maran ha presentato un nuovo manualetto sul corretto trattamento del capo abbattuto, edito da URCA e UNCZA, Rolando Stenghele, capostipite dei conduttori di cane da recupero in Trentino, un suo libro di memorie venatorie.

ARRIVA IL CINGHIALE

Una tavola rotonda intitolata “I cinghiali conquistano le Alpi” ha portato in fiera una prestigiosa carrellata di tecnici e cacciatori come: Paolo Molinari, Sandro Nicoloso, Carlo Kinsky dal Borgo, Silvano Toso, Franco Perco e Lothar Gerstgrasser. Nomi che uniscono le esperienze alpine a quelle dell’Italia centrale e dell’Europa centrale.

UN PONTE FRA NORD E A SUD DELLE ALPI

La vocazione transfrontaliera dell’evento si conferma con l’incontro, che sta diventando una tradizione, fra le cacciatrici trentine e le loro colleghe della provincia di Bolzano e del Tirolo austriaco. Significativa la presenza del presidente e di una delegazione dell’Associazione dei Cacciatori Tirolesi, che riunisce gli oltre 16.000 praticanti della vicina regione austriaca. E bella davvero la seconda edizione del concorso internazionale “Expo Riva Scheiben” per artisti che realizzano i tradizionali bersagli in legno dipinti a scene venatorie. In tre intense giornate scandite dalle sonorità dei corni da caccia, con dei gruppi di suonatori trentini, sudtirolesi e internazionali.

GIÀ FISSATA LA PROSSIMA EDIZIONE, CON UN TEMA FORTE

Le date della prossima 12° edizione sono già stabilite per il 31 marzo – 2 aprile 2017. E anche il filo conduttore è delineato: si ragionerà sugli effetti dei cambiamenti climatici sulla fauna e sulla caccia. Una scelta in sintonia con il messaggio di caccia evoluta, sostenibile e attenta alla conservazione delle risorse naturali che da sempre ExpoRiva Caccia Pesca Ambiente promuove.

Tags
Newsletter

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!


Ogni venerdì mattina riceverai un'email con tutte le novità della settimana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close