ANUUDalle Associazioni

Passo migratorio: ottima e costante la presenza di Alzavola e Germano

Continua il consueto appuntamento con le informazioni sull’andamento del passo migratorio fornite dall’Associazione Venatoria Anuu Migratoristi. Ecco come è stato il passo nell’ultima settimana.

Pubblicità
 

Logo AnuuPIOGGIA E SASSELLI

Non abbiamo sbagliato quando pensavamo che questa fine di novembre, sebbene la pioggia sia stata insistente su quasi tutta l’Italia, ci avrebbe ancora soddisfatto con la presenza del Tordo sassello e con le mitiche Cesene che appaiono, però, a macchia di leopardo sul territorio e con una temperatura che non scende ai livelli normali.

Mentre all’Osservatorio Ornitologico di Arosio della FEIN si segnala ancora l’ottima presenza della Passera scopaiola, unitamente al Luì piccolo (a tal proposito va sottolineata l’interessante cattura di un individuo appartenente alla sottospecie siberiana avvenuta sabato 26 novembre, in una giornata contraddistinta dalla tregua meteorologica che ha regalato temperature più che miti), risultano ancora assenti i Fringillidi come Peppola, Frosone, Fringuello, Lucherino e, in merito a quest’ultima specie, va aggiunta la curiosità di una ricattura avvenuta sabato 26 mattina di un individuo femmina recante al tarso un anellino proveniente da Praga. Un individuo tutto solo nei cieli brianzoli e che segna la sola seconda cattura presso la stazione arosiana, sottolineando un’annata negativa per il passo di questa minuscolo fringillide, ma anche per tutti gli altri.

Tale nota viene confermata anche dalle altre Stazioni ornitologiche del nord Italia nelle quali si effettua l’inanellamento a scopo scientifico e aderenti al progetto Alpi coordinato da ISPRA. Per quanto riguarda la Beccaccia e il Beccaccino non si hanno notizie importanti, mentre per quanto riguarda gli Anatidi viene segnalata l’ottima e costante presenza di Alzavola e Germano.

 

Nelle prossime settimane ci si aspetta un abbassamento delle temperature e, come è scritto nel calendario di Frate Indovino, venti forti e polari preannunceranno un inverno rigido con abbondanti precipitazioni nevose. Condizioni, queste, che dai Paesi del nord Europa dovrebbero stimolare i “migratori del freddo” a scendere dalle nostre parti nei classici giorni dell’Immacolata con l’aiuto, per chi crede nelle fasi lunari, del plenilunio del 10 dicembre. Staremo a vedere…

Fonte Annu.org
Photo Credit: Henri Quatre Anas crecca via photopin (license)

Pubblicità
Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button