Raccolta ali Moriglione 2020/2021, quest’anno sarà più facile contribuire

Da questa possibile sarà possibile inviare le foto dei moriglioni abbattuti per contribuire alla valutazione dello stato di conservazione di questa specie

Continua anche nella stagione 2020/2021 il progetto di raccolta ali del Moriglione, avviato lo scorso anno dall’Ufficio Studi e Ricerche Faunistiche e Agro Ambientali di Federcaccia in collaborazione con ACMA, col fine di raccogliere dati tecnici e scientifici sulla sostenibilità del prelievo venatorio di questa specie.

Pubblicità  

Negli ultimi due anni, infatti, il prelievo venatorio del Moriglione è stato al centro di una contesa tra Ministero dell’Ambiente e molte Regioni. Il primo ne ha chiesto la sospensione in seguito all’aggiornamento dell’Accordo AEWA in cui il Moriglione è stato incluso fra le specie con uno stato di conservazione valutato sfavorevole, le seconde, con l’appoggio delle associazioni venatorie, continuano a mantenerlo fra le specie cacciabili forti dei pareri favorevoli di ISPRA sulla sostenibilità del prelievo.

In questo contesto, il progetto di raccolta delle ali è uno strumento essenziale per ottenere dati scientifici aggiornati sullo stato di conservazione delle specie. Dati che tutti i cacciatori delle regioni in cui è ancora possibile il prelievo sono chiamati a fornire e che saranno utili per le future decisioni di gestione che andranno adottate.

Da quest’anno è possibile inviare anche fotografie

Da quest’anno contribuire alla ricerca è ancora più semplice, infatti non sarà necessario inviare le ali per posta, ma basterà inviare le fotografie dei soggetti abbattuti seguendo i semplici passaggi illustrati in questo video.

Si dovrà scattare una foto per ogni esemplare e inviarla alla mail studiericerche@fidc.it. Ogni fotografia dovrà contenere un solo esemplare (attenzione: la foto deve essere scattata prestando attenzione a che si veda l’intero esemplare con un’ala ben aperta) accompagnato dal vostro nome e cognome e dalla indicazione della data e della provincia di abbattimento.

Invio delle ali per posta

Sarà comunque possibile inviare le ali per posta. In questo caso si dovrà staccare una sola ala per ogni esemplare, mantenendo le copritrici scapolari, e facendo seccare l’ala con un po’ di sale sulla parte con residui di carne. L’ala andrà inserita in una busta di carta (NO PLASTICA), con i dati del rilevatore, della data e della località di abbattimento, nonché l’indicazione del sesso se determinabile.

Le ali andranno spedite a:

Federazione Italiana della Caccia – Ufficio Studi e Ricerche Faunistiche e Agro Ambientali
Via Salaria, 298/A – 00199 – ROMA.

Per qualsiasi dubbio o chiarimento è possibile contattare l’Ufficio Studi e Ricerche allo 06 844094.204/207 o per email all’indirizzo studiericerche@fidc.it.

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!


Ogni venerdì mattina riceverai un'email con tutte le novità della settimana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button