CPADalle AssociazioniFedercacciaSardegna

Sardegna, cacciatori pronti a manifestare se non verrà prolungato il periodo di caccia per Beccaccia, Tordo e Cesena

Con un’istanza presentata lo scorso 22 dicembre le Associazioni venatorie sarde CPA, Federcaccia e UCS avevano richiesto alla Regione la convocazione del Comitato Regionale Faunistico per discutere il posticipo al 29 gennaio della chiusura della caccia per le specie Beccaccia, Tordo e Cesena.

Pubblicità
 

La richiesta faceva seguito alle tre sentenze esecutive emesse dai Tribunali Amministrativi delle Regioni Marche, Liguria e Toscana che hanno sanciscono la legittimità di poter cacciare Beccacce e Turdidi fino al 31 gennaio, sulla base delle quali altre Regioni italiane hanno già prolungato il prelievo venatorio di queste specie.

Ora non avendo ricevuto risposta malgrado i numerosi solleciti, le tre Associazioni Venatorie hanno manifestato, con il comunicato stampa che vi riportiamo di seguito, nuovamente le loro preoccupazioni annunciando iniziative di protesta a sostegno delle loro legittime richieste.

PROLUNGAMENTO CACCIA ALLE SPECIE BECCACCIA, CESENA E TORDO

In riferimento all’istanza presentata in data 22/12/2016 dalle AA.VV. C.P.A., FIDC e UCS, riguardante la richiesta di convocazione del CRF per il posticipo della chiusura della caccia alla beccaccia, tordo e cesena fino al 29 Gennaio 2017; tenuto conto che nonostante i numerosi solleciti perpetrati da più parti, ad oggi 5 Gennaio 2017, da parte dell’Assessorato non sia pervenuta nessuna risposta ufficiale, le scriventi AA.VV. manifestano la propria preoccupazione in merito alla legittima possibilità di prolungamento della stagione venatoria.

Considerato che sussistono già tre sentenze esecutive emesse dei TAR delle Marche, Liguria e Toscana, che sanciscono la legittimità di poter cacciare le sopra citate specie fino al 31 Gennaio; preso atto inoltre che altre Regioni Italiane, dopo il pronunciamento del TAR del Lazio avvenuto il 6 Dicembre 2016, hanno prolungato il prelievo a dette specie, appare lampante che la situazione di stallo sia di natura palesemente politica.

Pertanto, non ci resta altro che l’amara constatazione della mancanza di attenzione e responsabilità da parte del governo Regionale. Per quanto sopra esposto, comunichiamo che, nel caso in cui i Cacciatori sardi e le attività commerciali del settore, dovessero subire l’ennesimo sopruso, in accordo con le altre AA.VV. e l’Associazione Armieri Sardi, scenderemo in piazza a manifestare per rivendicare le nostre legittime richieste.

F.to le Associazioni
C.P.A. – FIDC – UCS

Photo credit “Song Thrush (Turdus philomelos)” di Ron Knight

Vuoi restare aggiornato? Attiva le notifiche!

Scegli le categorie di contenuti che ti interessano e metti i bottoni che trovi qui sotto su ON.



Non visualizzi i bottoni? Leggi qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button