Dalle AssociazioniFACE

La FACE commenta le modifiche alla Direttiva Armi

“Questo voto finale è da considerarsi un buon risultato per i cacciatori europei. Tuttavia, le disposizioni sulle autorizzazioni, i rinnovi e i prolungamenti delle licenze, e la custodia delle armi da fuoco rimangono ancora poco chiari, con il rischio di un eccesso di regolamentazione negli Stati membri. Pertanto, la Face si concentrerà ora sulla trasposizione della legislazione europea nelle leggi nazionali e assisterà e sosterrà le associazioni venatorie per garantire una corretta attuazione, senza inutili oneri e ostacoli per i cacciatori, i proprietari e produttori di armi da fuoco”. Ludwig Willnegger, Segretario Generale della Face, ha commento così il voto con cui ieri il Parlamento Europeo ha approvato le modifiche alla Direttiva Armi.

Pubblicità
 

In una nota emessa ieri (qui il testo integrale in inglese) la Face sottolinea come nello scorso anno abbia lavorato intensamente e ha collaborato con molti europarlamentare per modificare il testo ed eliminare le restrizioni ingiustificate proposte della Commissione europea, portando così cambiamenti significativi e raggiungendo un testo più equilibrato. “In questa fase – continua la nota – si è ritenuto saggio non sostenere gli emendamenti nella sessione plenaria del Parlamento europeo in quanto avrebbe comportato la riapertura di tutti i negoziati, con il rischio di limitazioni ulteriori ingiustificati”.

“La Face – conclude la nota – mira a garantire che i cacciatori possano acquistare, possedere, utilizzare e viaggiare con armi da fuoco e munizioni in modo sicuro e senza burocrazia ingiustificata, costi o restrizioni”.

Fonte Face

Vuoi restare aggiornato? Attiva le notifiche!

Scegli le categorie di contenuti che ti interessano e metti i bottoni che trovi qui sotto su ON.



Non visualizzi i bottoni? Leggi qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button